Fusione Acquarica del Capo-Presicce, i punti in comune

1937

PRESICCE. Non sappiamo quanto sarà lungo l’iter che porta verso la fusione dei Comuni di Acquarica e Presicce. Sta di fatto però che al momento sono tantissime le cose che i due enti  condividono. Già un secolo fa, con l’obiettivo di superare la rivalità che c’era tra le due comunità, si decise di assegnare a ciascuno dei due comuni un servizio di vitale importanza. Così la stazione ferroviaria (foto) venne realizzata (nel 1911) in territorio presiccese ed il cimitero in territorio di Acquarica.
Oggi praticamente sono tante le cose in comune. Sul piano istituzionale i due Comuni assicurano in forma associata diverse funzioni e diversi servizi. Il segretario comunale è unico per i due paesi, così come il responsabile del settore dei Srvizi sociali e dei Servizi finanziari, così come la centrale unica di committenza. Il servizio cimiteriale è unico, fino a ieri garantito da due dipendenti, uno per ogni Comune, oggi, dopo il pensionamento di uno dei due ed il prossimo pensionamento del secondo,  il servizio rischia di essere affidato a privati a causa del blocco delle assunzioni.

La fusione tra le due comunità nel mondo dello sport c’è già dal 2007, quando nacque la “Gap Volley Acquarica-Presicce, una società che raccoglie un centinaio di atleti divisi per età che partecipano a numerosi campionati di pallavolo, da quello riservato agli Under 12 fino a quello prestigioso della Serie B2 maschile.
Situazioni di scambi e collaborazione si registrano nel mondo religioso. «Da sempre esiste un rapporto di collaborazione tra le due parrocchie – ha dichiarato don Francesco Cazzato, parroco di Presicce – che si traduce in confessioni in comune. Sono perfettamente d’accordo per la fusione e rassicuro i fedeli che un tale evento non porterebbe alla riduzione né di parrocchie, né di santi protettori”.