Furti nel negozio di elettronica con il coinvolgimento della figlia di otto anni: arresti domiciliari concessi per un 36enne

545
Tribunale di Lecce

Neviano – Arresti domiciliari chiesti e ottenuti per il 36enne di Neviano arrestato lo scorso 18 settembre per un furto all’Unieuro di Nardò. La decisione è del Tribunale del riesame di Lecce. L’uomo si era reso responsabile di una serie di furti all’interno del magazzino di elettronica accompagnandosi con la figlia di otto anni per cercare di non destare sospetti. Dovrà rispondere per il reato di furto pluriaggravato e continuato con l’aggravante specifica dell’utilizzo di persona minore.

Al momento dell’arresto da parte degli agenti del Commissariato di polizia, avvenuto verso l’orario di chiusura, l’uomo venne trovato in possesso di un computer portatile, del valore di circa 1.000 euro, mentre nello zaino della figlia c’era un tablet. La successiva perquisizione presso la sua abitazione permise di ritrovare tre droni trafugati verosimilmente dallo stesso esercizio commerciale.