Furti e atti vandalici a Baia Verde: il titolare della discoteca “La Praja” offre il servizio di vigilanza

7481
Pierpaolo Paradiso e don Salvatore Leopizzi

Baia Verde (Gallipoli) – Dopo gli ultimi episodi di vandalismo registrati a Baia Verde, l’amministratore unico della discoteca Praja di Pierpaolo Paradiso offre il servizio di vigilanza “al fine di monitorare in maniera costante tutta l’area suddetta dalle ore 12 alle ore 6, fino al 20 agosto”.

La proposta, indirizzata al Commissariato ed al sindaco Stefano Minerva segue non soltanto le lamentele dei residenti per alcuni furti in appartamento e per i “soliti” schiamazzi, ma anche e soprattutto l’atto vandalico che nella notte tra sabato e domenica scorsi ignoti hanno compiuto nell’atrio della chiesetta della Beata Vergine Maria Regina, proprio all’interno della Baia Verde, dove ignoti hanno danneggiato il fonte battesimale. A segnalare lo spiacevole accaduto alle forze dell’ordine è stato don Salvatore Leopizzi, il parroco responsabile della chiesa.

La proposta

A contribuire al recupero della piccola chiesa dove d’estate vengono celebrate le funzioni religiose per i residenti ed i turisti, era stato lo scorso anno proprio lo stesso Paradiso che ora propone un servizio di vigilanza nella zona a carico della società “Risto&disco srl”, ovvero la stessa che gestisce il Praja.

«Il servizio dovrà fungere esclusivamente da deterrente e da supporto alle pattuglie di pubblica sicurezza presenti in zona e sarà espletato dalla società Alma Roma con autorizzazione per servizio di vigilanza armata», afferma Paradiso che resta in attesa di un riscontro alla sua proposta per “meglio strutturarla al fine di una piena collaborazione mirata alla tutela e alla sicurezza dei nostri clienti e dei residenti di Baia Verde”.