Fuochi nei campi; si brucia di tutto. L’allarme resta alto

1040

Alliste – Continuano i roghi appiccati da ignoti nelle campagne intorno ad Alliste, Racale, Taviano, Melissano e Ugento e continuano le segnalazioni ad amministratori locali e alla Procura della Repubblica. “Certe sere non possiamo nemmeno aprire le finestre”, raccontano alcuni, mentre altri mettono l’accento sui cattivi odori che fanno sospettare che si bruci di tutto, dalle plastiche usate in agricoltura dai tanti cumuli di rifiuti scaricati abusivamente ai bordi delle stradine di campagna. “Magari si parte dalle sterpaglie o dai residui della mietitura – spiega Carlo Ciriolo, uno dei promotori del comitato spontaneo che ha raccolto oltre 300 firme – poi le fiamme però divorano tutto ciò che trovano sul loro cammino, copertoni, mobili con le loro vernici, materiali di risulta che magari non si sa dove consegnare…”. Ed anche due serre distrutte dal fuoco, tra l’altro. Più attenzione da parte degli amministratori comunali vorrebbero quelli del comitato, più informazione anche, sperando che le videocamere diano la possibilità di sanzionare questi pericolosi inquinatori. “In queste zone peraltro – conclude Ciriolo, manifestando un’ultima grave paura – cui sono due discariche dismesse e mai bonificate. Viviamo nel terrore che il fuoco spunti anche lì”.