Fondi per la scuola dell’Infanzia e riparazione del parco giochi: lavori in corso (con dono) a Porto Cesareo

204

Porto Cesareo – Due novità a Porto Cesareo per il mondo dei più piccoli. Nell’ambito dei progetti presentati alla Regione dall’Amministrazione comunale inerenti la sicurezza nelle scuole, quella dell’infanzia di via Piccinni ha ottenuto un finanziamento di un milione 225.500 euro.

La somma è finalizzata alla realizzazione dell’adeguamento sismico dell’immobile e ai  lavori di efficientamento energetico degli impianti. I progetti sono stati seguiti dall’assessore a Lavori pubblici e Urbanistica, Gigi Baldi, ed al suo collega alla Pubblica istruzione, Silvia Tarantino (foto), che ha ricordato come, nonostante i vari lavori ordinari e straordinari degli ultimi anni, “ci sia ancora tanto da fare per la sicurezza e per la didattica nelle scuole cesarine”.

Dal Nardò technical center i soldi riparare i danni del maltempo

L’altra buona notizia arriva dal Nardò Technical Center di cui è proprietaria Porsche Engineering Group, con parte del tracciato della pista ricadente nel territorio di Porto Cesareo. Il direttore Antonio Gratis del gruppo industriale tedesco ha donato 9.110 euro per le spese di manutenzione straordinaria del parco giochi di piazzale Berlinguer (foto), danneggiato dal maltempo dello scorso novembre.

Verrà sistemato il muretto a secco che recinta l’area – afferma il Sindaco Salvatore Albano – e saranno posizionate nuove e moderne giostrine, nonché rifatto il tappetino anti-trauma. Un bel gesto di sensibilità di una grande azienda. Naturalmente non dimenticheremo le altre aree dedicate al divertimento dei più piccoli, come quella alle spalle della Pro loco che metteremo in sicurezza quanto prima”.

Le spiagge si preparano

Intanto, in vista dell’ormai imminente estate 2020, gli stabilimenti balneari si stanno attrezzando per accogliere in sicurezza gli ospiti seguendo norme anti-contagio, predisposizioni governative e ordinanze regionali. Per le spiagge libere la Regione ha invece deciso di affidarsi al buon senso dei fruitori, alla pazienza dei Sindaci dei Comuni interessati.

Abbiamo mappato la costa e individuato i tratti liberi – dichiara il primo cittadino di porto Cesareo, che conta 18 km di costa – – ora ci stiamo predisponendo per la segnaletica opportuna, ci organizzeremo con un’app dedicata del Comune, al fine di gestire prenotazioni ed informazioni”. Presto saranno rese note tutte le novità post cornavirus.