Fondi dal Gal per beni storici e mobilità: i progetti finanziati ad Alliste, Melissano e Racale

1142
Castello di Felline

Alliste-Melissano-Racale – Sono sei le proposte progettuali dei Comuni di Alliste, Melissano e Racale ammesse a finanziamento dal Gruppo di azione locale (Gal) “Capo di Leuca”.

I fondi sono erogati nell’ambito delle misure “Recupero e valorizzazione del patrimonio materiale ed immateriale” e “Fruibilità del territorio”.

Alliste e Felline: castello da recuperare

Con il via da parte del Gal, Alliste recupererà una parte del Castello baronale nella frazione di Felline, per renderlo fruibile al pubblico. Il progetto, per un importo complessivo di 227mila euro (di cui 92mila euro derivanti da cofinanziamento del Comune), prevede la ristrutturazione di alcuni vani al primo piano; l’allestimento di un centro espositivo-museale che accoglierà i reperti archeologici rinvenuti nel territorio di Alliste e Felline e di una biblioteca multimediale, con postazione di accesso al Servizio bibliotecario nazionale della Provincia di Lecce.

Con il secondo finanziamento (di circa 25mila euro) il Comune di Alliste acquisterà una navetta da utilizzare per percorrere itinerari di collegamento fra i centri del territorio.

Centro culturale “Quintino Scozzi”

A Melissano fondi per il centro “Scozzi”

A Melissano l’erogazione di 133mila euro consentirà all’Amministrazione comunale di continuare l’opera di efficientamento del centro culturale “Scozzi”, valorizzandolo con l’installazione di nuovi infissi, la sistemazione del vano sacrestia, l’acquisto di attrezzature informatiche come altoparlanti, monitor e videoproiettore.

Con altri 25mila euro il Comune acquisterà inoltre un mezzo ecosostenibile a sei posti destinato alle associazioni presenti sul territorio e utilizzato per la promozione del territorio soprattutto in chiave turistica.

Palazzo D’Ippolito a Racale

Palazzo D’Ippolito nel progetto di Racale

Infine, a Racale, con un finanziamento di 134mila euro, si ristrutturerà Palazzo D’Ippolito, immobile che in questi anni ha ospitato la biblioteca comunale e aperto le sue porte alle iniziative delle associazioni del territorio.

Attraverso i fondi per la fruibilità del territorio (25mila euro) si procederà poi all’acquisto di una navetta turistica.

(Mattia Chetta)