Festival del paesaggio: nella prima giornata il caso Sarparea di Nardò

1276

Corigliano d’Otranto – Riecco “CtonFest – Festival del paesaggio”: la seconda edizione della manifestazione ideata, progettata e realizzata dall’associazione di Lecce “Prendi Posizione”, propone due giorni di dibattiti, incontri, mostre, workshop, proiezioni e concerti con oltre 50 ospiti coinvolti e percorsi enogastronomici in collaborazione con La Terra Nutre. Tra gli ospiti Rossano Ercolini (Movimento Rifiuti Zero), Attilio Tornavacca (Direttore generale Esper), l’ex sindaco di Lampedusa Giusi Nicolini, Luca Fioretti (Fondatore Associazione Comuni Virtuosi), Agostino di Ciaula (Medici per l’ambiente), Vincenzo Mercinelli (Accademia Mediterranea di Economia Civile), i sindaci di Lecce e Bari, Carlo Salvemini e Antonio De Caro, il direttore del “Nuovo Quotidiano di Puglia” Claudio Scamardella e altri giornalisti, studiosi del paesaggio, docenti universitari, amministratori pubblici, attivisti dei comitati a tutela del paesaggio e dell’ambiente. Le due serate ospiteranno anche Soundwall, workshop in ecologia del suono a cura di Francesco Giannico, lo spettacolo “Terra, pane e lavoro – Canti contadini d’amore e di lotta” del fisarmonicista Rocco Nigro affiancato sul palco da Antonio Castrignanò, Rachele Andrioli, Emanuele Licci, Dario Muci (sabato 30 settembre), la BeDixie e i Cantori della Giurdana (domenica 1 ottobre).

Questo il programma del primo giorno, sabato 30: alle 9.30 con i saluti di Alessandro De Matteis (presidente “Prendi Posizione”), l’naugurazione della mostra fotografica “Ulivi e Paesaggi ai tempi della Xylella” a cura di Emilio Nicolì, l’avvio di SoundWall, workshop in ecologia del suono a cura di Francesco Giannico, e “Paesaggi animati (il cinema e il paesaggio)”, proiezioni a cura di Francesco Blasi, che accompagneranno tutto il festival. Dalle 10 il primo incontro sulla Riscoperta delle comunità tra la riqualificazione dei paesaggi culturali ed i conflitti. Si discuterà del Caso Sarparea di Sant’Isidoro di Nardò con Raffaele Onorato (Comitato Salviamo la Sarparea), Nicola Grasso (Docente di Diritto costituzionale e legislazione dei beni culturali dell’Università del Salento), Lucio Tarricone (Associazione Centro Studi Salento Nuovo) e Lorenzo Siciliano (Consigliere Comunale di Nardò) che coordinerà i lavori. A seguire gli architetti Francesco Baratti e Luigi Nicolardi parleranno invece di “Ecomusei”. Dalle 12 si affronterà il tema “Biodiversità: l’armonia con la natura e il senso dei luoghi” con Mauro Lazzari (Parco dei Paduli), Daniele Sperti (Cooperativa Terra Rossa) e Serena Baldin (Docente di Diritto Pubblico Comparato dell’Università di Trieste) coordinati dall’agronomo Sergio Falconieri. Dopo una pausa i lavori riprenderanno alle 17 con “Demodiversità” con la partecipazione di Luigi Pellizzoni (Docente di Sociologia dell’Ambiente e del Territorio dell’Università di Pisa) e Michele Carducci (Docente di Politiche costituzionali comparate dellUniversità del Salento) che si confronteranno con Giacomo Cazzato. Dalle 18.30 appuntamento, coordinato da Raffaele Cesari con “La gestione dei rifiuti” con Rossano Ercolini (Movimento Rifiuti Zero) e Attilio Tornavacca (Direttore generale Esper – Ente di Studio per la Pianificazione Ecosostenibile dei Rifiuti).

L’ultimo incontro della giornata dalle 19.45 vedrà il confronto, moderato dal giornalista di La7 Danilo Lupo, su “La città e i suoi paesaggi: decidere dell’ambiente” con Carlo Salvemini (Sindaco di Lecce), Antonio De Caro (Sindaco di Bari e Presidente Anci) e Pia Verderosa (Giudice del Tribunale di Lecce). Dalle 21.15 appuntamento con lo spettacolo “Terra, pane e lavoro – Canti contadini d’amore e di lotta” del fisarmonicista Rocco Nigro affiancato sul palco da Antonio Castrignanò, Rachele Andrioli, Emanuele Licci, Dario Muci, Mariasole de Pascali, Giorgio Distante, Francesco Massaro, Giovanni Chirico , Giuseppe Spedicato e Vito de Lorenzi.