Festa patronale senza “Sagra dei sapori locali”? Il rischio a Sannicola

Intanto è certo il ritorno di Irene Grandi per il concerto conclusivo

594

Sannicola – La festa della “Madonna delle grazie” senza la tipica sagra dei sapori locali? Sembra così stando a quanto rende pubblico l’Amministrazione comunale sulle intenzioni del Comitato festa che sarebbe intenzionato, a causa di alcune difficoltà organizzative, a non ad organizzare, come consuetudine da diversi anni a questa parte, la “Sagra dei sapori locali” realizzata nell’ambito della festa patronale di settembre.

«Siamo venuti a conoscenza delle difficoltà che vi hanno spinto a prendere la triste decisione di rinunciare ad organizzare la rinomata sagra ormai conosciuta in tutto il Salento», scrivono in una lettera aperta il consigliere Patrizio Romano, delegato agli spettacoli, e il vicesindaco Graziano Scorrano.

Alla base della decisione del comitato, pare, un impegno diventato “troppo gravoso” per poter garantire la buona riuscita dell’evento. «Inutile negare le difficoltà che incontrate e il tempo che dedicate – dicono i due esponenti di “Sannicola cambia” – sottraendolo alle vostre famiglie e al vostro lavoro per donare lustro e visibilità alla comunità, e speriamo che la vostra decisione non sia irrevocabile: per tale motivo siamo pienamente disponibili ad incontrarci per trovare una soluzione».

Pubblicità

Il Comitato, intanto, ha già ufficializzato il nome dell’ospite musicale che si esibirà a Sannicola in onore dei festeggiamenti della Madonna: sul palco di piazza della Repubblica salirà Irene Grandi, artista già in cartellone nel 2015 ma il cui concerto saltò a causa del maltempo.

Pubblicità