Festa di Pasqua nell’atrio condominiale, malgrado i divieti per il Coronavirus. Il video finisce su Facebook e arriva la Polizia

2976

Gallipoli – Brindisi, risate e divertimento nel giorno di Pasqua in un atrio condominiale a Gallipoli: l’allegra festicciola, svoltasi all’aperto complice il bel tempo, è però divenuta ben presto di dominio pubblico anche perché qualcuno tra i partecipanti ha pensato di pubblicarla su Facebook, rovinandosi con le proprie mani. Quanto accaduto tra le palazzine popolari di via Udine non è sfuggito, ovviamente, agli agenti del locale commissariato,  intervenuti per identificare quanti hanno palesemente violato le disposizioni anti-contagio.

«Auguri, buongiorno e salute» è l’esordio di uno del gruppo, circa una trentina di persone, in tutto, bambini compresi, che si sono accalcate intorno alla statua di Sant’Antonio. Sul tavolo qualche stuzzichino e delle bibite. Distanze di sicurezza ignorate: solo un paio di persone indossano le mascherine, nessuno i guanti. Men che zero la percezione del pericolo che si sta correndo. Anzi, i partecipanti sembrano tutti eccitati dall’idea di poterla fare franca beffandosi dei divieti che costringono “gli altri” a restare in casa.

Il “sospetto” diventa realtà quando arriva la Polizia

Pur nell’ilarità generale, a qualcuno sorge il sospetto che la festicciola possa finire male: «Qui con il drone ci riprendono», «Tutti dentro finiamo», si sente ripetere da qualcuno mentre in sottofondo non mancano dei colpetti di tosse, preoccupanti come non mai in questo periodo.