Taviano – La ricorrenza del 25 Aprile a Taviano si rivolge soprattutto ai giovani, con il messaggio a continuare “l’opera di resistenza alla violenza, alle discriminazioni e ad ogni forma di razzismo”. Alla celebrazione, in programma alle ore 19 presso il monumento al carabiniere Martino Manzo, eroe della Resistenza, in largo don Luigi Antonazzo, interverrà Paola Montuori  (di Felline) che per lunghi anni è stata direttrice didattica della scuola Elementare di Taviano, una figura di riferimento per tante generazioni di ragazzi nonché cittadina onoraria della Città dei Fiori.

«È necessario partire dai giovani – sottolinea il sindaco Giuseppe Tanisi – con un’azione educativa che riesca a radicare i valori della tolleranza e dell’accoglienza già in età evolutiva, per un valido processo culturale e formativo dei cittadini di domani». Sono previste anche le testimonianze del colonnello Carlo Solazzo, comandante del Centro documentale di Lecce, e del carabiniere in pensione, Giambattista Marrocco.

Alla cerimonia interverranno anche l’onorevole Nadia Aprile e il presidente della Corte d’Appello di Lecce, Roberto Tanisi. Alcune riflessioni saranno affidate alle consigliere comunali Paola Cornacchia e Viviana Calzolaro, rispettivamente con delega alla Scuola e alle Associazioni. Parteciperanno la Banda municipale “Città di Taviano”, il coro dell’Istituto comprensivo, la Busacca Laboratori teatrali con note musicali di Carlo Longo e Antonio Rizzo.

Pubblicità

«Nel corso della cerimonia – conclude il Primo cittadino – i familiari di Salvatore Lovello, recentemente scomparso, regaleranno alla Città la Bandiera dell’Associazione Caduti in guerra, quale segno di un patrimonio valoriale che noi amministratori intendiamo onorare, custodire e riaffermare».

Pubblicità

Commenta la notizia!