Felline, un tappeto di fiori che unisce la comunità: tutto pronto per l’Infiorata

2708

Felline – Per il tredicisimo anno consecutivo, i vicoli del piccolo borgo fellinese si vestiranno di colori per la nuova edizione dell’Infiorata del Corpus Domini. L’appuntamento è domenica 23 giugno e avrà come titolo “Eccomi!”: il tappeto floreale di petali, cristalli di sale e trucioli variopinti racconterà la storia della salvezza dell’umanità attraverso i più importanti “Sì” che l’hanno scandita, dai “Sì” di Maria e di Gesù a quelli dei Santi, fino ai nostri semplici “Eccomi!” vissuti nella quotidianità.

Paola D'AmbrosioParola d’ordine condivisione. A occuparsi della fase progettuale e del coordinamento dei lavori è l’associazione “Infiorata di Felline Annalisa Errico”. “Realizzare un’infiorata è un lavoro enorme, è fatica fisica, è ansia a non finire, perché trovare fiori da spetalare è sempre più difficile, per cui ogni volta si teme fino all’ultimo di non riuscire a farcela – spiega la presidente, Paola D’Ambrosio. – Realizzare un’infiorata è, però, soprattutto un privilegio, un dono prezioso riservato a chi non si tira mai indietro, a chi va avanti a denti stretti e affronta ogni difficoltà pur di donare alla propria comunità un momento di festa e di condivisione”.

 

Caratteristica dell’infiorata fellinese è l’utilizzo esclusivo di materiali di scarto, fiori invenduti al mercato o accantonati nelle serre dai floricoltori della zona, ma anche fondi di caffè, riso, farine, cereali scaduti e dunque non più utilizzabili. “A noi piace pensare di pregare con le mani sporche di terra e colori, con la fronte imperlata di sudore, per questo offriamo il nostro lavoro al Corpo di Cristo che passa per le vie del paese in processione e per l’ultimo tratto è accompagnato in chiesa dai nostri petali e dai nostri disegni infiorati – continua D’Ambrosio. – Ogni anno andiamo avanti con amore nel ricordo di chi ci ha preceduto e col cuore rivolto ai nostri compaesani, che ci sostengono sempre col loro affetto e la loro riconoscenza”.

La realizzazione dell’infiorata, con i suoi quadri in tecnica mista (fiori, sale e trucioli colorati) è il risultato di un’opera di sinergia comunitaria che coinvolge l’intera cittadinanza, dai singoli fellinesi appassionati alle associazioni locali come l’Apostolato della Preghiera, l’A.Do.Vos Donatori di sangue e l’Azione cattolica. L’infiorata di Felline sarà un tripudio di fede, grinta, entusiasmo, mani che si aiutano e braccia che si stringono: l’immagine di una comunità unita e solidale.

Pubblicità
Pubblicità