Faro di Punta Palascia e Torre Carlo V: dal programma europeo Cohen fondi per Otranto e Ugento

577

Ugento Otranto – Progettazione di interventi infrastrutturali e non per il faro di Punta Palascia per un ammontare di 203mila euro; gli euro per il Comune di Ugento sono 458mila finalizzato ad interventi sulla torre di Carlo V: è stato pubblicato in questi giorni sul bollettino ufficiale della Regione il risultato finale del progetto Interreg Grecia-Italia 2014-2020 intitolato “Cohen – Costal Heritage Network”.

Sono sempre gli obiettivi di coesione territoriale quelli perseguiti dall’Unione europea con gli strumenti come questo ultimo, che ha visto collaborare la Regione Puglia, i Comuni di Vieste, Margherita di Savoia, Molfetta, Bari, Otranto e Ugento.

Vengono utilizzati i soldi del Fesr, fondi per lo sviluppo regionale, con una compartecipazione finanziaria della Regione per una dotazione finaiziaria pari a 123 milioni circa per l’Italia e 5 milioni per la Grecia. Sul versante ellenico sono coinvolti i Comuni di Lefkada, Corfù, Ilia, Thesprotia, Ministero della cultura e dello sport.

Le proposte degli Enti candidati per il “Cohen” sono state approvate nel febbraio scorso. Il progetto avrà durata 36 mesi ed “è destinato a rafforzare la cooperazione italo-greca per l’individuazione – si legge nella deliberazione pubblicata sul bollettino – di una comune politica di valorizzazione culturale del sistema costiero inteso come patrimonio di manufatti storici e contemporanei e correlati ambienti naturali, di attività economiche e culturali connesse con detto patrimonio”.

Il contesto interessato viene definito “Cammino costiero Adriatico – Jonio.