Eroina e altra droga da spacciare, fughe dai domiciliari e truffe on line: le operazioni dei carabinieri a Casarano e nei dintorni

1237
Carabinieri di Casarano

Casarano – “Giro di vite” dei carabinieri della Compagnia di Casarano che negli ultimi giorni hanno eseguito una serie di arresti e di denunce nei diversi paesi della loro giurisdizione. Nel mirino dei militari il contrasto dell’attività di spaccio, dei reati contro il patrimonio, il controllo della circolazione stradale e della persone soggette a limitazioni della libertà personale.

A Matino il 46enne Lulzim Kransniqi (di nazionalità albanese) è stato condotto in carcere a Lecce perchè pur essendo già sottoposto all’affidamento in prova ai Servizi sociali per aver commesso reati in ambito di spaccio di stupefacenti, dallo scorso 2 giugno è stato più volte sorpreso nel non rientrare agli orari prestabiliti e ad infastidire una donna del paese. Sempre a Matino i carabinieri hanno deferito in stato di libertà un uomo trovato illegalmente in possesso di 24 cartucce calibro 22, due ogive (per f.a.l.) e altre due cartucce calibro 9.

Eroina e truffe on line

Un uomo di Melissano è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico e per questo deferito in stato di libertà mentre una coppia di truffatori è stata smascherata dopo aver pubblicato on line falsi annunci di vendita riuscendo a farsi versare dagli ignari acquirenti 500 euro per un elettrodomestico e 160 euro per alcuni capi di abbigliamento senza mai consegnare la merce. Altro deferimento all’autorità giudiziaria ad Alliste a carico di un uomo allontanatosi da casa, per raggiungere la vicina Melissano, malgrado fosse agli arresti domiciliari. Sempre a Melissano i carabinieri hanno bloccato il 51enne G.M. per maltrattamenti nei confronti dell’anziana madre.

A Racale un soggetto già ai domiciliari è stato trovato in possesso di 0,80 grammi di eroina e materiale vario per il confezionamento delle dosi mentre un altro uomo ha violato gli obblighi imposti dagli arresti domiciliari perché sorpreso in compagnia di di un pregiudicato. A Ruffano, invece, un soggetto posto ai domiciliari se ne è allontanato arbitrariamente.

Droga a Taviano e Ugento 

Tre involucri pari a 0,80 grammi di cocaina sono stati trovati a Taviano in possesso di una donna già sottoposta ai domiciliari e di un uomo. Nello stesso centro un’altra persona è stata fermata con un involucro contenente 1,2 grammi di cocaina e 55 euro quale presunto provento dell’attività di spaccio.

Altra droga ad Ugento dove i carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà una coppia in possesso di 24 grammi di marijuana, oltre a tre piante dello stessa stesso stupefacente, varie sostanze da taglio e materiale per confezionare le dosi, un bilancino e pure sei proiettili calibro 6.3.

Più in generale, i carabinieri hanno segnalato in Prefettura sei giovani per uso non terapeutico di stupefacenti mentre a Ugento un uomo è stato deferito perchè in seguito ad un incidente stradale è risultato con un tasso alcolemico di 2,5 grammi superiore ai limiti consentiti. In aggiunta gli è stata ritirata la patente di guida, documento quest’ultimo mai conseguito invece da un uomo di Taviano fermato alla guida dai carabinieri.