Raffaele Dell’Anna

Lecce – Gestione delle emergenze e opere strategiche per gli “stati generali” degli ingegneri del Sud Italia che si terrà a Lecce il 23 e 24 novembre. Nel corso della prima giornata, dalle 9 presso il teatro Politeama Greco, sarà presente il ministro per il Sud Barbara Lezzi, alla quale verrà consegnato un libro bianco “con le proposte per far ripartire il Mezzogiorno”. «Del resto, il Piano per le infrastrutture per il Mezzogiorno esiste, ci sono disponibili 48 miliardi di euro oltre ai 630 milioni di euro per le sette aree metropolitane», fanno sapere i promotori della due giorni.

Le proposte “concrete” Tra le proposte caldeggiate, l’Ordine degli ingegneri della provincia di Lecce ritiene di “rilevante importanza” accelerare i tempi della cantierizzazione della Statale 275 Maglie – Leuca, ammodernare la direttrice ionica Nardò – Manduria (esigenza condivisa anche dall’Ordine degli ingegneri della Provincia di Taranto), nonché un collegamento ferroviario diretto tra la stazione di Lecce e l’Aeroporto di Brindisi e la “razionalizzazione delle ferrovie Sud Est”. In questo caso, gli ingegneri propongono l’implementazione dei sistemi di sicurezza e la chiusura di stazioni ormai quasi inattive, al fine di “ridurre i tempi di percorrenza e rendere appetibile il servizio sia per i flussi turistici che locali”. Per la Statale 275, invece, la proposta è di rimpinguare le risorse disponibili per l’ammodernamento dell’intero tratto, “eventualmente anche con appalti separati per i due macro lotti, al fine di ottimizzare tempi di esecuzione e consentire una più equa ripartizione delle risorse tra professionisti e imprese”.

Coinvolti gli Ordini di otto regioni L’importanza del forum è confermata dal coinvolgimento del Consiglio nazionale degli ingegneri e dagli Ordini delle otto regioni del Sud Italia. Dal confronto dei rappresentanti territoriali dell’Ordine è nato, infatti, il documento programmatico condiviso, “una sorta di libro bianco, che rappresenta con argomentazioni tecniche le istanze di questa parte del paese da far confluire nella programmazione della manovra finanziaria 2018”. Sabato 24, alle 9.30 presso l’Hotel President, la seconda giornata sarà dedicata al tema “L’impatto dell’evoluzione normativa sulle Opere pubbliche – La gestione delle emergenze”.

Pubblicità

Il presidente Dell’Anna «Siamo convinti – spiega il presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Lecce Raffaele Dell’Anna, di Nardò – che ragionando solo sulle criticità si va verso una strada senza uscita. È necessario individuare possibili percorsi di sviluppo facendo leva su quanto già esiste. Questione centrale non è la mancanza di risorse, ma la capacità di spesa della Pubblica amministrazione».

Pubblicità

Commenta la notizia!