Ecco la Carta Ue

1101
La premiazione nella città belga di Genk e nel riquadro il logo della Carta europea del turismo sostenibile

Ugento. Anche il parco naturale regionale «Litorale di Ugento», insieme agli altri sei parchi della provincia di Lecce e di Brindisi, si potrà fregiare del logo “Carta europea del turismo sostenibile”. Il 25 ottobre, nella città belga di Genk, si è svolta la cerimonia ufficiale di consegna del prestigioso attestato. In rappresentanza della Provincia di Lecce e del “Sistema dei parchi del Salento” c’era il consigliere provinciale Francesco Bruni, presidente della Commissione Ambiente di Palazzo dei Celestini. La “Carta europea” è rilasciata dalla Europarc Federation a quelle istituzioni che superano il lungo esame finalizzato a certificare che le aree parco sono gestite con un occhio particolare nei riguardi del turismo sostenibile. Insieme al parco di Ugento potranno usare il logo della Cets i parchi “Bosco e Paludi di Rauccio”, “Costa Otranto – S. Maria di Leuca e Bosco di Tricase”, “Isola di S. Andrea e litorale di Punta Pizzo” di Gallipoli, “Porto Selvaggio e Palude del Capitano”, “Palude del Conte e Duna Costiera – Porto Cesareo”, “Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo”.

La “Carta” ha una validità di cinque anni, durante i quali i parchi che l’hanno ottenuta dovranno mettere in atto i contenuti del Piano di Azioni. Le 75 azioni contenute nel piano sono divise in 10 macroaree. Particolare interesse sarà riservato alla creazione di una strategia condivisa per tutelare le aree parco da uno sviluppo turistico disordinato. Non sarà trascurata la valorizzazione degli aspetti autentici del territorio, a cominciare da quelli enogastronomici (a Ugento, in particolare, sono previste azioni per dare slancio ai piccoli produttori, per creare un «mercato itinerante del parco» e per incentivare il pescaturismo e la produzione dei frutti tipici).

L’iter per l’acquisizione della certificazione è iniziato nel 2011, con la costituzione del gruppo di coordinamento. poi è stato redatto il Piano. Il membro del Comitato di valutazione, Josep Maria Prats, ha visitato personalmente i sette parchi, toccando con mano le realtà da valutare ed esprimendo il suo parere positivo.

Pierangelo Tempesta