Ecco i nuovi Sindaci: in due hanno corso da soli battendo soltanto il quorum dei votanti

1264

Seclì – Ha vinto la sua corsa solitaria il riconfermato sindaco di Seclì Antonio Casarano che ha battuto il quorum necessario per la validità delle elezioni. Casarano correva, infatti, da solo con la sua lista “Al servizio di Seclì”:  su 1.833 votanti, a recarsi nelle due sezioni del paese sono stati in 1.198, ovvero il 65,36%, ben più del 50% richiesto (93 sono state le schede nulle e 66 le bianche).

Antonio Casarano

Con Casarano entrano a far parte del Consiglio comunale tutti i dieci candidati della sua civica, ovvero Andrea Finamore, Federica Rizzello, Salvatore Alessandro Carallo, Saverio Luceri, Alessandro Rosalini, Alfonso Greco, Fabio Luigi Greco, Giuseppe Greco, Giuseppe Blaco e Concettina Bongiorno.

Stessa cosa è accaduta a Giuggianello dove in 768, ovvero il 70,91% degli aventi diritto, si sono recati alle urne ed in 714 hanno votato per l’unica lista civica in campo, “Senso civico” di Luca Benegiamo.

Pubblicità
Michele Sperti

A Miggiano è Sindaco per appena nove voti il 41enne Michele Pompeo Sperti di “Uniti per Miggiano”, avvocato e assessore uscente, nella sfida all’ultimo voto con Vito Santo Marzano di “Miggiano tutta”. Alle urne si è recato il 77,67% degli aventi diritto.

 

Alessandra Martinucci
Alessandra Martinucci

La giovane Alessandra Martinucci è, invece, il nuovo Sindaco di Specchia avendo avuto la meglio con il 45,42% (1.469 voti) su Emanuele Giangreco fermo al 35,03% (1.133) e Francesco Biasco al 19,54% (632). Su 4.766 elettori hanno votato in 3.304, pari al 69,32%.

 

Giacomo Cazzato

A Tiggiano Giacomo Cazzato con la lista “Tiggiano al centro” (espressione del sindaco uscente Ippazio Morciano) ha doppiato con il 65,16% e 1.242 preferenze lo sfidante  Simone Ippazio di “Impegno per Tiggiano” fermo al 34,84% (664 voti).  A Surano ad avere la meglio è stato Salvatore Fernando Puce (già due volte sindaco) con il 53,59% (619 voti) sul vice uscente Francesco Rizzo fermo al 46,41% (536).

Biagio Raona

La sfida a quattro di Corsano si è risolta con l’affermazione di “Corsano futura”  di Biagio Raona (49,87% – 1702 voti) su “Bene Comune” di Paola Orlando (38,50% – 1341), il Movimento 5 stelle di  Ippazio Antonio Orlando (10,25%-350) e Luigi Russo di Alternativa Proletaria (1,38% – 47).

Staffetta tra sindaci ad Andrano dove l’uscente Mario Accoto si ferma al 47,48% nel testa a testa con l’x Salvatore Musarò che torna alla guida del paese dopo la vittoria del 1995. A Botrugno Silvano Macculli vince per 250 voti la sfida con Pasquale De Mitri (56,21% e 43,79%.

Antonio Lorenzo Donno si conferma sindaco di Muro Leccese con il 76% e 2403 voti lasciando le briciole a Laura Lubelli (20,59% e 651 voti) e Antonio Russo (3,42% -108). La sfida tra ex sindaci  di Palmariggi va all’uscente Franco Zezza con il 58,93% (647 preferenze) su Anna Elisa Stifani 41,07% e 451.

Cambio a Minervino dopo per appena 18 voti l’uscente Fausto De Giuseppe deve fare spazio a Ettore Salvatore Caroppo (37,90% a 37,20 in favore di quest’ultimo (già primo cittadino in passato): più indietro il terzo sfidante Angelo Guglielmo fermo al 24,9% (640).

 

 

 

Pubblicità