Due velieri con a bordo decine di migranti si incagliano davanti alle coste delle marine di Ugento

1576
Torre Mozza (Marina di Ugento) – Si sono concluse nel corso della serata le operazioni di sbarco per i migranti a bordo dei velieri rimasti incagliati davanti alle costa salentina nelle marine di Ugento. Un primo veliero è apparso all’orizzonte, tra lo stupore dei bagnanti presenti sulla spiaggia tra Torre Mozza e Lido Marini, intorno alle 18 con a bordo circa un centinaio di persone.
Poco dopo in zona è giunto un’altro veliero colmo di migranti, con lo scafo semi-affondato. Chi conduceva le imbarcazioni ha, evidentemente, ignorato i pericoli derivanti dalle secche davanti quel tratto di costa.

Le operazioni

Sul posto sono giunte ben presto le motovedette della Guardia costiera e del reparto operativo navale della Guardia di finanza. A terra i carabinieri della Compagnia di Casarano e gli gli agenti del Commissariato di polizia di Taurisano. È giunto anche il comitato della Croce rossa italiana con una squadra munita dei dispositivi di protezione individuale per soccorrere e accogliere i migranti in massima sicurezza, insieme alle motovedette.
Secondo prassi, si è proceduto alla verifica delle condizioni di salute dei migranti (nel rispetto delle procedure anti-contagio) prima del loro trasferimento nel porto di Santa Maria di Leuca da dove verranno poi trasferiti presso il centro di prima accoglienza “Don Tonino Bello” di Otranto.