Due black out in pochi giorni in pieno centro storico di Gallipoli. Locali al buio e diffida al Comune in arrivo

2329

Gallipoli – Due black out in pochi giorni, entrambi di tre ore ciascuno e negli stessi orari serali; qualcosa non va nel servizio di energia elettrica di via Antonietta De Pace, l’arteria principale della città vecchia ed ora gli operatori ecomonici (commercianti e ristoratori in particolare) rimasti all’oscuro pensano di citare il Comune per danni.

La prima interruzione, durata circa tre ore prima dell’arrivo dei tecnici dell’Enel, si è verificata l’8 agosto. Senza luce si sono ritrovati i passanti e quanti hanno attività dalla Cattedrale alla piazzetta della Meridiana, lato sinistro, e sull’altro lato dalla Medidiana fino a piazza Imbriani.

Stesso sgradevole problema si è vericato ieri sera. Il semibuio si è avuto per circa tre ore anche questa volta (“Tre ore e dieci” dice un commerciante a piazzasalento.it).

Pubblicità

Alle richieste di informazioni sulle cause del black out gli adetti dell’Enel avrebbero risposto che “salta il contatore di una fase” per cui serve l’intervento sul magnetotermico.

Diffida al Comune in arrivo Come che sia, gli operatori stanno valutando l’ipotesi, con un avvocato gallipolino, di diffidare il Comune dal ripetersi di simili disfunzioni del servizio elettrico pubblico riservandosi di chiedere il conseguente risarcimento danni.

Le proteste “La gente arriva da piazza Imbiriani per lo più, vede i locali al buio e se ne va altrove”, dice un commerciante. E un ristoratore: “Non è solo questione di persone che non si siedono in un ristorante senza luce, ma c’è anche il problema degli impianti e dei frigoriferi: tre ore senza corrente non sono poche”.

(nelle foto i tecnici Enel sul posto e alcuni negozi al buio)

 

Pubblicità