Sannicola Otranto – Il traffico di cocaina rispunta puntualmente nel fine settimana da una costa all’altra della penisola salentina. Ieri sono state due le operazioni dei carabinieri che hanno bloccato altrettante persone interessate allo spaccio, reato di cui dovranno adesso rispondere davanti al magistrato.

Un arresto in flagrante si è verificato a Sannicola, ad opera del nucleo radiomobile dei carabinieri della Compagnia di Gallipoli. A finire in manette è stato Fabio Toma, 45 anni, residente a Tuglie e nato a Galatina.

Durante normali controlli stradali militi hanno intimato l’alt ad una Toyota Aris. Durante la perquisizione dell’autovetture sono stati rinvenuti 21 grammi di cocaina purissima. La successiva perquisizione domiciliare a Tuglie ha fatto emergere anche un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi.

Pubblicità

Non si è fermato all’alt dei carabinieri invece a Otranto, sempre nel pomeriggio di ieri, C.R.D. nato a Poggiardo e residente a Santa Cesarea Terme, di 42 anni. L’uomo ha tentato la fuga ma è stato raggiunto e identificato. I successivi controlli addosso all’uomo e nella sua auto hanno portato al ritrovamento di residui di sostanza stupefacente, molto probabilmente cocaina.

I carabinieri di Otranto ritengono che l’automobilista “ribelle” se ne sia disfatto durante l’inseguimento, disperdendo la sostanza stupefacente dal finestrino. Per lui arresti domiciliari col permesse però di recarsi al lavoro.

Pubblicità

Commenta la notizia!