“Due anni senza Giulio Regeni”, anche da Nardò al raduno provinciale a Lecce

941
Giulio Regeni

Nardò – Ci saranno anche i ragazzi dell’Unione degli studenti di Nardò il 25 gennaio alle 19.41 a Lecce per manifestare il vivo ricordo di Giulio Regeni e della sua morte in Egitto mentre era impegnato in una ricerca universitaria sul movimento sindacale. Sono previsti raduni a decine in molte città italiane per continuare a chiedere verità e giustizia. A Lecce l’evento si svolgerà in piazza Sant’Oronzo (presso il Sedile), dove si terrà un presidio con interventi per ricordare il ricercatore italiano. In una nota dell’Arci Lecce che aderisce alla mobilitazione promossa da Amnesty internaztional Italia, si rileva come “le autorità egiziane si ostinano a non rivelare i nomi di chi ha ordinato, di chi ha eseguito, di chi ha coperto e ancora copre il sequestro, la tortura e l’omicidio di Giulio. Il 25 gennaio 2016 il nome di Giulio Regeni si aggiungeva a quelli dei tanti egiziani e delle tante egiziane vittime di sparizione forzata. Pochi giorni dopo, il 3 febbraio, il nome del ricercatore italiano si aggiungeva al lungo elenco delle persone torturate a morte in Egitto”.

“Noi proseguiamo a coltivare una speranza: che quell’insistere giorno dopo giorno a chiedere la verità, quelle iniziative che quotidianamente si svolgono in Italia e non solo producano il risultato che attendiamo: l’accertamento delle responsabilità per la sparizione, la tortura e l’uccisione di Giulio. Quella verità la deve fornire il governo egiziano e deve chiederla con forza quello italiano”, ha dichiarato in una nota ufficiale Antonio Marchesi, presidente di Amnesty International Italia.

Con Arci Lecce hanno aderito alla manifestazione di Amnesty, il Comune di Lecce, Università del Salento, Amnesty International – Lecce, Arci Lecce, Adi Lecce, Link Lecce – coordinamento universitario, Cgil Lecce, Anpi Lecce, Associazione Antigone Puglia, Arcigay Salento La Terra di Oz, Salento Pride, Ra.Ne. – Rainbow Network, Unione degli studenti Lecce, Unione degli studenti Nardò, YouthMed – Youth Mediterranean Network, LeA- Liberamente e Apertamente, Associazione Antigone, Elsa Lecce, Studenti Indipendenti – Lecce, Conversazioni sul Futuro, SEYF – South Europe Youth Forum, Libera Lecce. Appuntamento dunque giovedì 25 gennaio, alle ore 19.41 (orario legato alla prima ammissione ufficiale della sparizione di Giulion Regeni) in piazza S. Oronzo a Lecce.