“Dormi dormi piccola mia”, Alessandro Protopapa

1932

Dormi dormi piccola mia,
chiudi gli occhi e lasciati andare,
qui al tuo fianco ci sarò io a vegliare.
Ora respira piano piano,non ti preoccupare,
pensa al nostro
amore e inizia a sognare!
Sì sognare, come quando la prima volta ti ho conosciuta,
fin da subito mi sei piaciuta.
Eravamo solo due ragazzini, piccoli e innocenti,
ma con il cuore pieno di sentimenti!
Con tanta gioia e un po’ di imbarazzo,
ti presi per mano dicendoti : “di te son pazzo!”.
Ora da quel giorno, diciassette anni sono passati,
ma credimi, io vedo sempre due ragazzini innamorati.
Tante ne abbiamo passate, di belle e di brutte,
però non ti nego che per te le rifarei tutte.
Dormi dormi, e se sentirai una piccola carezza, non ti svegliare.
è il nostro piccolo angelo che ci è venuto a trovare…
Sì così, dormi tranquilla e beata,
almeno nei sogni puoi giocare con la nostra piccola amata.
Ora poso il capo, ormai mi lascio andare,
voglio raggiungervi in sogno per potervi abbracciare…
E oggi come allora, ti prendo per mano,
e con un ultimo sforzo, ti dico” ti amo!”.
Alessandro Protopapa – Racale

 

Pubblicità