Donne e violenza: alla “panchina rossa” di Metoxè il sostegno della Fondazione “Doppia difesa” di Michelle Hunzinker e Giulia Bongiorno

1133

Sannicola – La “Panchina rossa itinerante” promossa dall’associazione Metoxè incassa il supporto della Fondazione “Doppia difesa onlus” creata da Michelle Hunzinker e dall’avv. Giulia Bongiorno. Comune è l’intento di sensibilizzare l’opinione pubblica e aiutare le vittime di discriminazioni, abusi e violenze “a dire basta”. L’iniziativa di Metoxè è dedicata alla memoria di Noemi Durini (di Specchia), vittima di un amore sbagliato, e all’instancabile impegno della madre Imma Rizzo, sempre in prima fila nel sostenere progetti di sensibilizzazione sul tema della violenza contro le donne.

Simona Mosco
Simona Mosco

«Ci scrivono parole importanti che rafforzano ancora di più la nostra certezza. La strada che stiamo percorrendo è quella giusta perché porta ad una sensibilizzazione concreta tra i giovani e nelle intere comunità. Ce lo dimostrano i fatti: la Panchina rossa Itinerante di Metoxé, viaggiando, sta toccando la sensibilità ma soprattutto sta abbattendo i muri della paura», fanno sapere dall’associazione di Sannicola, presieduta da Simona Mosco, in riferimento alla nota di sostegno giunta dalla Fondazione che ha sede a Roma.

 

Le parole di Michelle Hunzinker e Giulia Bongiorno

Imma Rizzo
Imma Rizzo

«Esprimiamo il nostro sostegno all’associazione culturale Metoxè che ha scelto una panchina rossa dedicata a Noemi Durini e a sua madre Imma Rizzo, come simbolo dell’attività di sensibilizzazione portata avanti soprattutto presso i più giovani, incarnazione per eccellenza della speranza di cambiamento», scrivono la Hunzinker e la Bongiorno.