Donne, discriminazione e violenza di genere: a Taurisano si conclude la rassegna “Perduto amore”

430

Taurisano – Settima edizione di “Perduto amore” a Taurisano, rassegna che ha come la “lotta culturale” contro chi discrimina e usa violenza sulle donne. La manifestazione, che ha per sottotitolo “un altro genere di festival” oltre i pregiudizi, gli stereotipi oltre le etichette contro la violenza di genere”, è partita lo scorso 20 novembre e si conclude venerdì 6 dicembre, nella Caffetteria Normal in corso Umberto I, 160, alle ore 18, con la presentazione del libro “Donne razza e classe” di Angela Davis (edizione Alegre). Sarà ospite la traduttrice dello stesso libro Marie Noise che dialogherà con Rosa Vaglio, presidente dell’associazione “Diritti a Sud”.

Ad organizzare la rassegna, patrocinata dalla Regione Puglia, è una rete di associazioni: Lavori in corso (presidente Maria Rosaria Ponzetta); associazione Nuvole (Roberta Di Seclì); Flauto Magico (Roberta Pacella); lo sportello “Donna Taurisano” e la consigliera regionale di Parità Anna Grazia Marasco.

La rassegna

«Ai nostri incontri abbiamo sempre invitato psicologhe e professioniste che ci hanno sempre parlato dei vari aspetti della violenza. Nel corso degli anni – afferma Roberta Di Seclì – c’è stata un’evoluzione nel modo di approccio a questo tema: abbiamo iniziato a dare spazio ai valori positivi, al tema dell’amore». Per insegnare al rispetto, quindi, bisogna promuovere buone azioni.

Nell’ambito della rassegna, nei giorni scorsi c’è stata la mostra documentaristica abbinata alla presentazione del progetto “La casa di Marta” di Antonio Caroli e si è avuta la presentazione del libro “Oltre il tuo eco” di Antonietta Stasi. Si è avuto anche un mercatino femminista e la rappresentazione dello spettacolo teatrale “Una storia che non sta né in cielo né in terra” di e con Daria Paoletta.