Parabita – Si è rinnovato anche quest’anno l’appuntamento associativo con la 47° festa del donatore promossa dall’ “Adovos Messapica” di Parabita. Al centro dell’evento l’importanza del tema della donazione. Dopo la messa delle ore 11 celebrata, domenica 25 novembre, presso la parrocchia matrice di San Giovanni Battista in memoria dei soci defunti, ha avuto luogo il pranzo sociale presso il ristorante “Re dei Re” di Surano al quale hanno preso parte le altro quattro sezioni della “Messapica” provenienti da Casarano, Felline, Castrignano del Capo e Tricase.

Premi ai soci benemeriti Ai soci che nel corso dell’anno hanno effettuato le loro prime 10 donazioni è stato consegnato un diploma di benemerenza. Per le 20, la medaglia di bronzo è andata ad Anna Rita Dimo, mentre per le 30 a Francesco Camisa, Guido Gatto, Gilberto Russo e Michele Scorrano. Ad avere quella d’argento sono stati Michele Giaffreda, Andrea Sansone, Cosimo Margarito, Alberto Martina, Gianni Luca Culiersi, Luigi Grasso, Cosimo Martignano e Giuseppe Leopizzi. A conquistare quella d’oro per le 75 donazioni Andrea Provenzano e Raffaele Laterza. A tutti i premiati è stato consegnato un attestato di riconoscimento mentre le “prime gocce” hanno ricevuto una pergamena e una pen drive di benvenuto.

Andrea Provenzano “donatore dell’anno” Ad aggiudicarsi il titolo di donatore dell’anno, per gli uomini è stato Andrea Provenzano con 12 donazioni e per le donne, Anna Rita Pedone con 8. Le premiazioni sono state effettuate dagli ex presidenti Adovos, Luigi Greco, Massimo Crusi, Tommaso Cataldo e Mimino Stefanelli. La giornata è stata caratterizzata dall’intrattenimento del gruppo de “I Malfattori” di Racale. Ad omaggiare l’associazione parabitana con un albero della vita realizzato in legno d’ulivo è stata la presidente Maria Prete della Messapica di Casarano mentre ad offrire un cesto di prodotti natalizi messo a disposizione per l’estrazione della lotteria (avvenuta nel corso della manifestazione), il presidente Valentino Schirinzi della sede di Castrignano del Capo.

Pubblicità

L’autoemoteca Il nuovo anno riserverà delle novità per l’associazione guidata dal presidente Giovanni Coluccia. Dal prossimo febbraio fino a dicembre 2019 e nello specifico per ben quattro domeniche, l’” Adovos Messapica” di Parabita, potrà usufruire della presenza dell’autoemoteca. Quest’ultima verrà messa a disposizione due volte nella città delle Veneri e le altre due a Matino per conto della “Fratres”. I donatori che hanno effettuato almeno una donazione negli ultimi due anni potranno, inoltre, beneficiare gratuitamente del vaccino antinfluenzale.

Pubblicità

Commenta la notizia!