Dodici contagiati ogni cento test: il Covid mantiene le posizioni con altri 15 morti. Rischio focolai nel Leccese; scuola chiusa; mercato sospeso AGGIORNAMENTI

445

Gallipoli – Nonostante 7.728 tamponi esaminati, i positivi sono stati 946, pari al 12% circa dei test (il picco nazionale a Milano col 22%). Rallenta il Covid in Puglia, restando però sempre su grosse cifre rispetto a quelle di appena qualche settimana fa. E si porta con sé 15 malati deceduti tra Bari, Foggia, Taranto e Brindisi.

Del totale dei contagiati rilevati 647 sono tra Bari Foggia e Bat, ma oggi anche il resto della regione si “difende”: 109 a Brindisi, 83 a Taranto, 106 a Lecce dove il focolaio di Taurisano è diventato qualcosa di ancora più preoccupante: in una settimana i casi accertati sono passati da quattro a 112, tanti quanti ne conta Lecce. Da domani in paese sarà operativo il centro mobile per testare i residenti venuti in contatto con il primo gruppo di positivi.

Situazioni delicate anche nel Leccese

Non è un caso peraltro che anche nel capoluogo salentino si registri una situazione complesso intorno al campo di sosta Panareo (se ne parla nell’articolo sulla situazione in provincia di Lecce).

I guariti (compresi soggetti in quarantena risultati non infetti) salgono a 7.450; gli isolati in casa diventano 14,720; i decessi, dopo i colpi nei due ultimi giorni, sono arrivati a 802, mentre da alcuni punti della rete ospedaliera giungono segnali di crescenti difficoltà. Al Policlinico di Bari si è alla ricerca dichiarata di posti letto per Infettivi e personale.

Sul fronte sanitario

Si sta cercando di mettere a segno qualche punto su questo versante invitando i medici in pensione a tornare in corsia e i laureati in Medicina ma non specializzati a dare già da ora il loro contributo. Il “Moscati” di Taranto è saturo per il Covid; si punta in questi giorni ad attrezzare l’ospedale di Manduria, mentre nel capoluogo e a Massafra jonico agiscono tensostrutture militari con operatori medici della Marina militare.

A Roseto Valfortore (Foggia) sono risultati positivi Sindaco e vicesindaco; in paese (mille abitanti) si segnala un tasso di infezioni del 7% tra una preoccupazione montante. La preoccupazione a Fasano è intorno ad un centro di migranti, in cui è entrato il virus con tutte le problematiche conseguenti. A Sannicola il Sindaco ha sospeso in blocco il mercato settimanale fino al 5 dicembre.

Mascherine e scuole

Aperto sulle scrivanie c’è poi anche il fascicolo sui dispositivi di protezione individuale destinati al medici di base; il materiale, concordato tra Regione Protezione civile e Ordine professionale, verrà distribuito nei prossimi giorni da Poste e Protezione civile.

Infine il capitolo Scuole: questo pomeriggio due classi delle Elementari di Alezio con i loro insegnanti sono state sottoposte a tampone presso la scuola di via Dante. In serata il dirigente dell’Istituto superiore “Giannelli” ha comunicato la chiusura della sede di Casarano dell’Istituto pr un caso positivo. Domani, 7 novembre, la scuola sarà sanificata.