Dirigenti, la “svolta” non va

1015

NARDÒ. Non trova pace la riorganizzazione della macchina del Comune, cui ha messo mano quasi subito dopo essere stato eletto Sindaco Giuseppe Mellone e la sua Giunta. E non tanto per i rilievi mossi dall’opposizione consiliare (Marcello Risi, Carlo Falangone, Paolo Maccagnano, Daniele Piccione e Lorenzo Siciliano) che il 10 ottobre scorso ha inviato tre fogli pieni di obiezioni circa la nomina del sesto dirigente, a loro dire assolutamente fuorilegge. Adesso il panorama degli ostacoli a quella che era stata definita una “rivoluzione” elaborata dall’assessore Giampiero Lupo, si è arricchito di un nuovo esposto al Tribunale amministrativo regionale e al Giudice del Lavoro del Tribunale di Lecce. Lo firmano tre dirigenti che dalla radicale riforma di competenze (e compneis) si sono sentiti penalizzati. Va ricordato che in particolare sulla deliberazione n. 286 del 27 luglio c’erano già i pareri contrari del revisore dei conti e della dirigente comunale dell’area Finanze.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!