Dieci colpi di pistola contro un bar: due colpiscono la vetrina. Risveglio allarmante a Taviano

1530

Taviano – Dieci i colpi di pistola rivolti contro un bar a Taviano: solo due hanno però centrato (volontariamente o meno è tutto da vedere) le due vetrate del locale di via Vittorio Emanuele III (all’angolo con via Rosmini, di fronte a Parco Ricchello) per un danno pari a circa 2000 euro. Giunti questa mattina sul posto (lunedì 23 aprile), i carabinieri della locale Stazione hanno, infatti, ritrovato per terra, nelle adiacenze del bar, dieci bossoli, molto probabilmente sparati da una pistola calibro 9. L’attentato è stato compiuto quando l’esercizio commerciale era ancora chiuso, quasi sicuramente all’alba come raccontato ai carabinieri da alcuni vicini. La scoperta è avvenuta intorno alle 6 quando il gestore è arrivato al bar per aprirlo, come ogni mattina. Poco dopo sul posto sono giunti, chiamati dal titolare, i carabinieri della locale Stazione e pure i colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Casarano, che hanno definito anche il tipo di arma usato per “firmare” questo episodio criminale.

«Danni all’interno del bar non ce ne sono stati –  hanno riferito alcuni addetti – abbiamo solo ripulito il pavimento dalle schegge di vetro infranti. Non sappiamo nemmeno quando sono stati sparati i colpi». Il bar, però,  è dotato di un impianto di videocamere di sorveglianza i cui filmati adesso sono al vaglio dei carabinieri. Non risultano (almeno sinora) pressioni o richieste di tipo estorsivo ai titolari del locale, piuttosto noto e frequentato. Ma la matrice sembra non lasciare dubbi sugli obiettivi finali degli autori.