“Didattica a distanza” e disagi per genitori e studenti: a Taviano c’è il “Bonus Dad”

4861

Taviano – La didattica a distanza non manca di creare disagi a genitori e studenti e a Taviano l’Amministrazione comunale propone il “bonus dad”. «Si tratta di una nuova misura pensata per supportare le famiglie economicamente più fragili in questa seconda fase dell’emergenza sanitaria da Covid-19», fanno sapere il sindaco Giuseppe Tanisi e l’assessore alle Politiche sociali Serena Stefanelli.

Il bando si rivolge a famiglie con figli di età compresa tra 6 e 13 anni e che frequentano la scuola primaria o secondaria di primo grado: il contributo può anche essere utilizzato per garantire la presenza di una persona di fiducia che, nell’assenza dei genitori (impegnati entrambi per lavoro), possa affiancare i ragazzi nella didattica a distanza.

Il bonus

Il bonus è pari a 250 euro per il mese di novembre, maggiorato di ulteriori  150 euro se la Dad dovesse essere prolungata anche per dicembre. Il termine per la presentazione delle domande scade entro le ore 12 del 30 novembre. Le richieste saranno prese in considerazione secondo l’ordine cronologico di presentazione. Il nucleo familiare dovrà documentare un Isee non superiore a 15mila euro ed un valore del patrimonio mobiliare per il 2019 non superiore a 10mila euro, cui si sommano 5mila euro per ogni figlio minore, sempre tra i 6 e i 13 anni, fino ad un massimo di 20mila euro di patrimonio mobiliare.
«Il bonus comunale “Assistenza dad” consiste in un contributo economico che potrà essere utilizzato per agevolare sia il percorso lavorativo dei genitori sia quello scolastico dei figli», afferma l’assessore Stefanelli. «Garantire il diritto allo studio a tutti i nostri ragazzi, e dare un sostegno a quelle famiglie che al momento non possono usufruire del nido; è lo scopo di questa nostra scelta informata, in termini di senso e di orientamento, dalla volontà e dall’impegno a venire incontro ai cittadini, specie quelli più deboli», conclude Tanisi,.