Di notte in auto con ogni tipo di arnese da scasso: la Polizia ferma due 30enni sulla Statale 274

955

Gallipoli – Tecnicamente erano in giro di notte per “motivi di lavoro”: tanto sarebbe bastato a giustificarsi davanti agli agenti di Polizia che li hanno fermati per un controllo.

Le cose sono, però, andate diversamente per due trentenni trovati in possesso di vari arnesi da scasso a bordo di un’autovettura fermata dagli agenti del Commissariato di Gallipoli sulla corsia sud della Statale 274, all’altezza della Baia Verde.

L'”attrezzatura”

Dal controllo è poi emerso che il conducente (un 32enne di un paese del gallipolino) aveva precedenti per spaccio di droga e per possesso ingiustificato di armesi atti allo scasso, “passione”, quest’ultima, che evidentemente continuava a coltivare visto che dalla perquisizione all’interno dell’abitacolo del veicolo sono spuntati un passamontagna, una torcia, un radio rilevatore di frequenze gps, una batteria, due avvitatori a batteria, sei cacciaviti con varie tipologie di punte, una pinza e un martello con manico di gomma, quattro chiavi meccaniche, un chiavino ed uno scalpello in ferro, un punteruolo ed una flessibile. Vi era, dunque, tutto il necessario per scassare porte e serrature ed introdursi nelle abitazioni per rubare.

Alla fine del controllo il 32enne alla guida è stato denunciato per il reato di possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli oltre ad essere stato contravvenzionato, insieme al passeggero (un 29enne incensurato del galatinese), per aver violato le attuali misure in materia di contrasto alla diffusione del corona-virus, con una multa di 400 euro ciascuno.