Depuratori di Porto Cesareo e Specchia, al via i lavori per il potenziamento

313
Il depuratore di Porto Cesareo

Porto Cesareo-Specchia – Acquedotto pugliese ha avviato i lavori per il potenziamento degli impianti di depurazione di Porto Cesareo e Specchia: gli interventi prevedono lo stanziamento di 2 milioni di euro per Porto Cesareo e 3 milioni e mezzo per Specchia.

I lavori sono finanziati dalla Regione Puglia e si concluderanno nella prima metà del 2021.

Il depuratore di Specchia

Come si articolano gli interventi

Sul depuratore di Porto Cesareo gli interventi riguardano il potenziamento della linea acqua e della linea fanghi (tra cui stazione di grigliatura e comparto biologico), del sollevamento intermedio e finale e della stazione di disinfezione.

Si lavorerà inoltre su raddoppio della stazione di digestione aerobica dei fanghi, trattamento degli odori, adeguamento degli impianti elettrici e implementazione del sistema di automazione. Il termine dei lavori è fissato a fine gennaio 2021.

A Specchia si procederà al potenziamento del comparto grigliatura, alla realizzazione di una stazione di dissabbiatura-disoleatura e di un sistema di raccolta acque meteoriche. Prevista poi la realizzazione di una copertura e di un sistema di captazione e trattamento dell’aria, la fornitura e posa in opera di una nuova centrifuga per la disidratazione dei fanghi e altre opere complementari. Fine lavori entro aprile 2021.