“Dedicato a te”, Rosalba Zecca

1724

I mariti si dice son tutti uguali
ma ci sono quelli assai speciali,
il mio, poi, è una rarità,
una frittura mista, una bontà.
Te lo dico spesso senza alcun pretesto:
di questa vita mia
tu sei l’insegna e la poesia.
Quando poi non ci sei
incubi sono i sogni miei.
Tutte le miei follie sai sopportare ,
senza di te non saprei stare.
Sei tu il tramonto, il temporale,
il sole, che per me fai ritornare.
Il tormento, l’ansia, la fantasia,
tu sei per me l’anima mia.
Se non ci fossi t’inventerei,
per tutto il mondo ti cercherei .
Dopo trent’anni d’amore e di pazienza,
di te non posso fare senza.
E stai sicuro che finché vivrò
per tutta la vita io t’amerò

 

Rosalba Zecca – Taurisano

Pubblicità

 

Pubblicità