Dalla nascita a 6 anni: educazione e istruzione anticipate, sostegni alle famiglie, servizi, rimborsi, prevenzione sanitaria, scuole adeguate. I Comuni finanziati

1903

Gallipoli – A Gallipoli 247mila euro; a Galatone 834mila; a Casarano 230mila; a Poggiardo 245mila; ad Alliste quasi 191mila euro: sono questi i Comuni del Sud Salento che riceveranno i maggiori contributi dal Fondo per il sistema integrato di educazione e istruzione dalla nascita a 6 anni, approvato ieri dalla Giunta regionale.

Hanno partecipato alla ripartizione i Comuni che sono sedi di asili nido pubblici e scuole dell’infanzia pubbliche e private. La graduatoria regionale per il 2020 era stata approvata entro i termini stabiliti in base alla legge in materia varata nel dicembre 2017 dal Governo Gentiloni.

Sostegni alle famiglie

Si tratta di risorse destinate a sostenere economicamente le famiglie che accedono a servizi per minori da 0 a 6 anni, in particolare asili nido-sezioni primavera e scuole dell’infanzia sia pubbliche che private. Il sostegno avviene attraverso contributi economici al sistema di offerta mirati ad abbattere la compartecipazione familiare; innalzare le soglie di reddito Isee per l’accesso ai servizi, aumentando la platea degli aventi diritto; sostenere le famiglie con più di un minore iscritto; migliorare la qualità del servizio attraverso il prolungamento orario; la copertura per i mesi estivi.

Altri interventi puntano all’introduzione di progetti educativi innovativi rispetto al contesto realizzati attraverso personale dedicato e specializzato; ad innalzare il livello di compatibilità ambientare del servizio mensa ed altro ancora. I Comuni assegnatari di risorse sono chiamati a costruire politiche aderenti ai bisogni misurati sui territori di riferimento (la Regione ha monitorato la situazione nel dicembre 2018), rispettando le finalità e i vincoli assegnati all’attuazione della spesa e creando i Poli per l’infanzia. Sono state assegnate anche risorse per interventi di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione degli arredi scolastici.

Ai paesi del Sud Salento

Ecco i finanziamenti degli altri centri del Sud Salento in graduatoria: Alessano 66mila euro; Alezio 9mila; Andrano 10.188; Aradeo 142.500; Castrignano del Capo 3.900; Collepasso 62mila; Diso 29mila; Maglie 100mila; Matino 154mila; Minervino di Lecce 118.540; Montesano salentino 57.650; Muro Leccese 29.671; Nardò 4.245; Neviano 150mila; Nociglia 12mila; Otranto 31.368; Parabita 165.282; Porto Cesareo 17.347; Presicce-Acquarica 16.414; Racale 89.600; Ruffano 27.848; Salve 53mila; Sannicola 150mila; Santa Cesarea Terme 84mila; Scorrano 30mila; Spongano 122.754; Supersano 174.735; Taurisano 130mila; Taviano 123.791; Tiggiano 36.735; Tricase 90.045; Tuglie 80mila; Ugento 69.734; Uggiano La Chiesa 24mila.

Ai paesi della provincia di Lecce sono andati complessivamente 6 milioni 621mila euro.