Dal New York Times al Codacons e Coldiretti: Puglia e Salento, che fascino

2896

Gallipoli – Il giornale tra i più autorevoli e seguiti degli Stati uniti; l’associazione nazionale per la difesa dell’ambiente e dei diritti dei consumatori; l’associazione dei coltivatori diretti; vari siti che analizzano i flussi dei vacanzieri: la Puglia e il Salento sono come delle calamite.

Ultimo in ordine di tempo è il New York Time. “Il New York Times si lascia trasportare dalla Puglia! La prestigiosa testata americana – commenta l’assessore regionale all’Industria turistica, Loredana Capone – la racconta attraverso le parole di Sebastian Modak, in giro nei luoghi per i quali è stata scelta a gennaio fra le 52 mete da visitare nel 2019.

“Troppo pochi sei giorni per visitarla”

Il reporter americano “è rimasto colpito e affascinato al punto da ritenere che sei giorni siano stati troppo pochi perché in Puglia c’é tanto da vedere, da sperimentare e le emozioni sono fortissime”, come sottolinea la Capone.

Pubblicità

Ma cosa rende unica e speciale la Puglia ad un osservatore americano? Cosa affascina i turisti Usa che vengono sempre più in Puglia, soprattutto negli ultimi due anni, e che nei primi 7 mesi del 2019 sono cresciuti del 14% per arrivi e del 16% per presenze?

Gli ingredienti principali, secondo il giornalista, ci sono l’insieme di paesaggi e borghi autentici e poi la cucina che, con orecchiette con le rape, fave cicorie o capocollo, provoca quello strano “food coma”, una piacevole sonnolenza post pranzo che ben si concilia con una vacanza rilassante e benefica per la salute.

Ma anche la gente e la maniera in cui ti accoglie: “Qui si può ancora trovare in piazza gli anziani che ti raccontano le tradizioni e la gente è contenta di farsi in quattro per i “forestieri”.

L’associazione nazionale Codacons in base ad uno suo studio ha affermato che la Puglia è stata scelta dal 21% degli italiani ed ha messo in fila dietro di sé la Sicilia, la Toscana e la Liguria nel periodo giugno – agosto.

In aumento i visitatori americani, australiani, cinesi, francesi e tedeschi

A seguito della Notte della Taranta numero 22 del 24 agosto scorso, la Federalberghi ha reso noto non solo il “tutto esaurito” delle strutture ricettive della provincia dai frequentatori del più grande concerto di musica popolare d’Italia, ma che gli aumenti più vistosi sono venuti dagli Stati uniti, Australia, Cina, Francia e Germania. Il rapporto è stato realizzato da Ciset (Centro internazionale di studi sull’economia turistica) insieme a Confocmmercio e Agis (Associazione generale italiana per lo spettacolo).

Altro segnale positivo, che tocca un altro settore collegato al turismo, è il turismo verde ed anche di quello enogastronomico, con la sua capacità di mantenere inalterate le tradizioni culinarie nel tempo. E’ quanto emerge dall’analisi di Coldiretti/Terranostra della Puglia sui dati delle prenotazioni, “in calo a maggio per il maltempo, ma esplose anche per effetto dell’afa improvvisa.

Regina della ricettività agrituristica e dell’ospitalità in campagna, rileva Coldiretti Puglia, si conferma la provincia di Lecce, con 313 le strutture agrituristiche, sulle 752 totali autorizzate in tutta la regione, seguita da Bari con 143 agriturismi, 113 a Foggia, 94 a Brindisi, 69 a Taranto e 20 nella Bat, secondo i dati Istat.

A promettere risonanza e pubblicità gratuita sono le numerose star del mondo del cinema che hanno deciso di trascorrere qualche giorno nelle masserie e tra le bellezze  dei borghi rurali, come dai coniugi Beckham a Paul Wesley, protagonista di “The Vampire Diares”, dalla top model Kate Moss alla bellissima attrice Naomi Watts, fino ai fascinosi attori Richard Madden, Brandon Flynn e David Hasselhoff.

Altri testimonial E poi Raul Bova, Helen Mirren Francis ford Coppola, Meryl Streep. E poi Gerard Depardieu, Mickey Rourke, John Malkovich. Tutti testimonial che hanno toccato con mano e rilanceranno l’iimmagine attraente e poliedrica della Puglia e del Salento.

(nelle foto costa di Otranto)

 

Pubblicità