Dal 17 luglio l’Aro 11 senza controllore del contratto sul servizio rifiuti. Gallipoli Futura lo scopre e attacca. Gli amministratori si difendono

716

Gallipoli – Mentre montano le proteste di cittadini e turisti anche sulle reti sociali, scoppia un’altra grana sul servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani. Il direttore di esecuzione del contratto, l’ingenere Lorenzo Conversano di Alezio nominato il 5 marzo scorso, ha dato le dimissioni dall’incarico.

Lo ha fatto con una lettera del 17 luglio, garantendo l’esletamento dell’incaric o fino al 31 luglio “per non creare disservizi”. La comunicazione formale seguita da una verbale con gli Amministratori comunali, è inviata inviata al sindaco Stefano Minerva, all’assessore all’Ambiente Giuseppe Venneri, al dirigente del settore 4 ingenere Luisella guerrieri, e al responsabile dell’Ufficio Aro 11 (Ambito rifiuti ottimale, che comprende anche Taviano Racale e Alliste)  ingenere Luciano Orlandino.

“Confermo la persona impossibilità a continuare nell’incarico conferitomi”, scrive il tecnico dimissionario, il quale aggiungedi averlo svolto “con il massimo impegno possibile nella difficile fase di avvio del servizio”.

Pubblicità

A rendere pubblica la rinuncia all’incarico è il gruppo di opposizione “Gallipoli Futura” col capogruppo Flavio Fasano, per il quale le dimissioni “ad appena quattro mesi dall’incarico, sono la conferma della impossibilità di gestire questo capitolato d’appalto indecente”. Alla base dell’iniziativa odierna c’è una richiesta di accesso agli atti proprio da parte dei due consiglieri Fasano e Giusette Cataldi con il controllo dei carteggi sull’argomento.

“Come mai Sindaco ed assessore Venneri si sono guardati bene dal darne notizia? – insiste Fasano – perché non c’è stata neanche una riunione dell’Aro dal 17 luglio ad oggi? Perché non ne è stata informata almeno la commissione Ambiente di Gallipoli? Ma ora basta: questa situazione vede gravi responsabilità in capo al Sindaco, in questo ormai distrutto Comune”.

L’opposizione pubblica anche la nota con cui il responsabile dell’Ufficio Aro il 29 luglio chiede agli amministratori del Comune capofila “di concordare un tavolo tecnico per verificare le soluzioni alternative che occorre immediatamente attivare, atteso che il sottoscritto non può supplire all’assenza di una figura tecnica fondamentale per la verifica del servizio”.

Cosa è accaduto dal 29 ad oggi? Risponde l’assessore Venneri: “Stiamo lavorando per un nuovo incarico. Serve un tecnico esperto del settore ed a breve sarà fatta una scelta”. L’assessore, nel frattempo, ha incontrato più volte l’ingegnere Orlandino “per tamponare la situazione”.

Il Sindaco replica “La sua (quella dell’ing. Conversano, ndr) è stata una scelta personale su cui non si può discutere – commenta il Sindaco Minerva – e dispiace che rispetto alle scelte di vita e personali qualcuno non perda mai occasione per fare polemica”.

A piazzasalento.it infine continuano ad arrivare segnalazioni sul cattivo funzionamento della raccolta: da via Genuino, via bottai, via della Cala nei pressi del  Canneto alla litoranea della Baia verde in cima alle “scalinate” della piazzetta (foto) le ultime testimonianze.

 

 

Pubblicità