Da Tricase a Dior, una storia di famiglia: la stilista Maria Grazia Chiuri racconta il legame con il Salento

3724
Da sinistra il padre, la madre e la Chiuri. Il secondo da destra è il nonno Salvatore, con nonna Maria.

Tricase – Si avvicina la sfilata di Dior in programma il 22 luglio a Lecce e la direttrice creativa Maria Grazia Chiuri, originaria di Tricase, dal suo profilo Instagram fa un omaggio alla propria terra, il Salento.

La stilista ha infatti postato una foto d’epoca che ritrae, proprio in piazza a Tricase, in occasione di un matrimonio, lei – all’epoca bambina – con i genitori, il nonno Salvatore e la nonna Maria.

Chiuri: “Sono molto legata alla Puglia”

Maria Grazia Chiuri

Mio padre è nato a Tricase nel 1931 – scrive la stilista nel post –. Si è trasferito a Roma a 18 anni dove ha conosciuto mia madre. Sono molto legata alla Puglia, alla sua terra rossa e ai suoi ulivi”.

Sono sicura che mio padre sarebbe fiero – prosegue – di vedermi far parte del gruppo strategico del presidente della regione Puglia @michele.emiliano per la ripartenza socioeconomica di questa regione che mi sta così a cuore. Spero di poter dare il mio contributo a questa comunità di cui mi sento parte e di rendere mio padre fiero”.

Il ringraziamento a Edoardo Winspeare

Sempre su Instagram, Maria Grazia Chiuri ha parlato del suo legame con il Salento in un video (in inglese): “Credo che questo progetto sia molto vicino al mio cuore – dice riferendosi alla sfilata di Lecce –, perché come sapete mio padre è nato in Puglia e in qualche modo voglio dedicare quest’evento a lui, che mi ha insegnato a credere in me stessa anche nelle situazioni più difficili e nel futuro. Questo progetto è nato con quest’idea, per parlare di quest’incredibile terra dove ci sono secolari tradizioni e dove è necessario credere nel futuro, nelle nuove generazioni”.

Nel post che accompagna il video, fra i collaboratori che ringrazia la stilista tricasina fa anche il nome di Edoardo Winspeare (di Depressa, frazione di Tricase), il regista che nei giorni scorsi ha girato un documentario per Dior in varie location del Salento, fra cui Specchia.