Da Porto Cesareo a Punta Prosciutto sotto il controllo di 39 occhi elettronici

452

Porto Cesareo – Occhi elettronici in funzione da lunedì a Porto Cesareo ed alle marine a nord della località, fino a Punta Prosciutto. Si tratta di 39 telecamere di videosorveglianza che saranno installate in 14 diversi punti del territorio comunale.

Questo il risultato finale di una iniziativa dell’Amministrazione comunale per entrare nel programma del Ministero dell’Interno che prevedeva lo stanziamento di 37milioni di euro a sostegno di oltre 400 Comuni in tutta Italia.

Il progetto da 187mila euro

Nel caso di Porto Cesareo, il cui progetto si è piazzato al 245esimo posto nella graduatoria definitiva, il costo complessivo dell’intervento era di  187mila euro, di cui 158.950 euro con fondi ministeriali e 28.050 come cofinanziamento comunale. A eguire il lungo iter sono stati il Sindaco Salvatore Albano, il suo vice Silvia Tarantino e l’assessore Paola Cazzella.

A Palazzo di città ci sarà la centrale operativa. “Sotto osservazione gli edifici pubblici come le scuole – afferma Albano – per continuare coi i varchi di ingresso e uscita dal centro abitato e le zone con maggiore affluenza di turisti, che comprendono anche località come Torre Lapillo e Punta Prosciutto”.