Da Lecce e dal Salento a Taranto: il collegamento diretto diventa progetto. I finanziamenti ci sono

1332

Lecce – Statale 7 ter Itinerario bradanico salentino e Itinerario Taranto-Lecce si vanno compiendo finalmente dei passi concreti. Nei giorni scorsi in Regione si è fatto il punto e stilato un cronoprogramma preciso anche con Anas. Si tratta di un’opera strategica la cui mancanza si avverte da decenni, soprattutto per le difficolta di collegamento diretto tra Lecce e Taranto e dell’intero Sud Salento col capoluogo ionico.

Per quanto riguarda il primo intervento “Completamento funzionale della variante di San Pancrazio Salentino” (nell’ambito dell’ammodernamento del tronco Manduria-Lecce), l’Anas ha completato la progettazione definitiva e adesso si è arrivati alla Conferenza di servizi. Conferenza che dovrebbe concludersi entro dicembre e il contestuale avvio della progettazione esecutiva. Una volta ottenute le autorizzazioni, i lavori potranno essere appaltati già nel primo semestre 2020. L’opera ammonta a 24,8 milioni di euro di fondi Cipe (Comitato interministeriale della programmazione economica).

Una strada anti isolamento e sicura

Sulla Taranto-Grottaglie-Manduria, cioè il tratto della Statale 7 ter per il completamento di una variante da 15 km, i cui lavori interessano anche i Comuni di San Marzano e Sava (peraltro avviati negli anni ’90 e mai ultimati per il fallimento delle imprese esecutrici), si è in fase di conferenza servizi ed entro dicembre dovrebbe arrivare il parere del comitato tecnico amministrativo. La progettazione esecutiva inizia a febbraio 2020 e i lavori possono essere già appaltati nel secondo semestre.

Infine ci sono buone notizie anche per il terzo intervento sulla realizzazione della variante di 4,5 km (lungo l’itinerario Bradanico-Salentino) completamente esterna all’abitato di Guagnano e Salice Salentino, in provincia di Lecce, sempre nell’ambito dell’ammodernamento della 7 ter Taranto-Lecce.

“Importante anche per il turismo”

Per questi lavori, da 26 milioni di euro, a breve sarà avviata la fase di progettazione di fattibilità tecnico, economica e definitiva. Credo che tali opere siano interventi strategici non solo per la viabilità e la sicurezza, ma anche per la valorizzazione di un territorio a vocazione agro-turistica e che non può fare a meno di infrastrutture”, ha commentato il consigliere regionale Giuseppe Turco (La Puglia con Emiliano) a margine della riunione in Regione.