Cutrofiano verso il voto: tre le idee di sviluppo del paese a confronto. Ecco le proposte dei candidati Sindaco

603
La sede del Comune di Cutrofiano

Cutrofiano – È entrata nel vivo a Cutrofiano la campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale e l’elezione del nuovo Sindaco. Tre gli schieramenti in campo: “Uniti per Cutrofiano” con Nicola Lillino Masciullo, “Cutrofiano città per tutti” guidata da Santo Donno e “Cutrofiano città futura” con Luigi Melissano.

 

Nicola Lillino Masciullo

La proposta politica di Masciullo e dei candidati nella lista “Uniti per Cutrofiano” punta su tre punti fondamentali. Il primo, riguarda la condivisione delle scelte e l’attenzione allo sviluppo economico. «Il coinvolgimento dei cittadini nella gestione della cosa pubblica è fondamentale», precisa Masciullo. La squadra focalizzerà l’attenzione sulle aziende del territorio, “potenziando e sviluppando il tessuto economico, recuperando realtà produttive strette nella morsa della congiuntura economica”.

Tra gli obiettivi, si inserisce l’intenzione di creare un’area mercatale dedicata alla commercializzazione di calzature ed abbigliamento, adottando anche il cosiddetto “Piano commercio”. E poi la valorizzazione dell’artigianato cutrofianese ed in particolare quello “figulo”, il quale dovrebbe fungere da leva per altri settori come ad esempio l’enogastronomico, con l’idea di intraprendere un’azione di marketing territoriale. Il secondo, invece, mira a dedicare l’attenzione alle fasce sociali più deboli, gli anziani e i soggetti “fragili”. Terzo punto, riservato invece al senso civico e al rispetto del territorio, con la riduzione della produzione dei rifiuti, il risparmio energetico, l’efficienza impiantistica, l’utilizzo di fonti rinnovabili ed il risparmio idrico.

Santo Donno

Santo Donno

“Cutrofiano città per tutti” propone Santo Donno, dopo nove anni di mandato amministrativo nel segno della “continuità” si innesta con una squadra che mantiene lo zoccolo duro delle precedenti consiliature. L’attenzione è rivolta alle Politiche sociali e alla completa attuazione del “servizio antiviolenza” attraverso l’Ambito territoriale sociale di Galatina e in particolare nei locali destinati presso il Centro antiviolenza sito nell’ex plesso scolastico di Via Gorgoni. Poi il progetto “Orto sociale” che prevede l’assegnazione di terreni agricoli di proprietà comunale da coltivare e rendere produttivi.

Si punta alla valorizzazione del territorio con il recupero e la ristrutturazione del Palazzo ducale Filomarini e di piazza Cavallotti, la sistemazione e il ripristino del basolato di via Spongano e via Nazario Sauro e il restauro dei frontespizi delle abitazioni civili del Centro storico e delle periferie). Inoltre, la lista di Donno, guarda anche alla viabilità, al recupero delle aree a rischio idrogeologico, all’urbanistica, all’ambiente, ai polmoni verdi sul territorio, alle piste ciclabili, alla salute e alla lotta al randagismo e al benessere degli animali. Il programma, infine include le opere pubbliche, lo sviluppo economico e le Politiche di bilancio.

Luigi Melissano

Luigi Melissano

Sono otto punti i punti fondamentali nel programma di “Cutrofiano città futura” con Luigi Melissano. Dalla valorizzare delle risorse ambientali, paesaggistiche e storiche (mostra della ceramica, cooperativa di comunità e parco dei fossili) all’ambiente, con il miglioramento della raccolta differenziata e il sostegno per l’attivazione di piccoli impianti di compostaggio). E poi cultura (recuperando le tradizioni), scuola (anche migliorando il servizio mensa) e formazione, sport (con interventi di miglioramento sugli impianti), welfare locale (con al centro la persona e i suoi bisogni), partecipazione e informazione (con il ricorso al referendum consultivo sulle scelte più importanti per la comunità) e il potenziamento e l’efficientamento della macchina amministrativa comunale (con la turnazione degli incarichi e la riduzione al minimo dell’applicazione del criterio del “massimo ribasso” nelle gare d’appalto).

«Il nostro simbolo, una fenice su sfondo tricolore, rappresenta ciò che vogliamo concretizzare per il nostro paese: avviare un processo di rinascita culturale, sociale, economica. Vogliamo che la nostra Cutrofiano, una piccola cittadina dalle potenzialità inespresse e non valorizzate, diventi una città ricca di opportunità, per assicurare un futuro alle nuove generazioni. Il nostro programma – affermano da “Cutrofiano città futura” – è il frutto di un lungo lavoro di ascolto dei cittadini e dei rappresentanti delle varie associazioni di categoria, di analisi delle loro istanze, di riflessione sulle risposte da dare ai bisogni delle persone che vivono nella nostra cittadina».