Cure sanitarie più difficili in tempi di pandemia: da Casarano un esposto alla Asl

1261
Anna Maria De Filippi
Anna Maria De Filippi

Casarano – La prenotazione di alcuni esami diagnostici diventa un’“odissea” e parte un esposto al direttore generale della Asl. A raccontare la propria vicenda è Anna Maria De Filippi (di Casarano), da sempre nel volontariato socio-sanitario salentino e per diversi anni responsabile regionale di “Cittadinanzattiva”. Il 15 ottobre scorso le sono stati prescritti tre esami di controllo: Mammografia, Moc e Pap test.

Dal 16 al 25 ottobre vani sono stati tutti i tentativi per prenotare l’esame mammografico al numero verde dedicato”, spiega la De Filippi che ha poi fatto ricorso al Tribunale per i diritti del malato riuscendoci solo in tal modo. Più complicato il percorso per il Pap test: sette giorni di telefonate senza risposta (“il numero indicato era sbagliato”) salvo scoprire che il consultorio familiare di Casarano ha cambiato sede e quindi occorre recarsi al Distretto sociosanitario, poi al Cup.

Nel suo esposto al direttore generale della Asl Lecce Rodolfo Rollo, la De Filippi segnala anche il “rapporto disumano di alcuni operatori della nostra sanità”.

Da qui le motivazioni dell’esposto perché le autorità sanitarie “si rendano conto che anche in tempo di guerra pandemica la vita e la dignità delle persone non può andare in deroga, nemmeno alla stessa pandemia e per rendere edotta la popolazione sull’utilità di un prioritario servizio come quello del Tribunale per i diritti del malato nel quale ho speso una vita e continuo a farlo”.