“Cuochi a Palazzo” al Marchesale di Matino, premi per chef stellati e provetti

 Ben 25 professionisti salentini della cucina, dal 12 al 14 gennaio scorsi, sono scesi in campo per contendersi la seconda edizione del trofeo “Barocco cuochi”.

1834

Matino – Ben 25 professionisti salentini della cucina, dal 12 al 14 gennaio scorsi, sono scesi in campo per contendersi la seconda edizione del trofeo “Barocco cuochi”. Al termine della manifestazione “Cuochi a Palazzo” organizzata nelle sale interne del Palazzo Marchesale di Matino, ad aggiudicarsi la vittoria è stato lo chef Simone Lucio Prodo di Porto Cesareo. A lanciare l’evento l’associazione provinciale “Cuochi Lecce” presieduta dallo chef Donato Micaletto di Ugento, in collaborazione con il Comune di Matino, Pro loco Sant’Ermete e la Onlus “Amici di Nico” guidata da Maria Antonietta Bove. Un programma ricco e variegato aperto dal convegno “Cibo e benessere. Dalla buona cucina alla sana alimentazione” che ha visto pure la presenza dell’assessore regionale Loredana Capone.

Con “Gli Amici di Nico Cooking – Time”, domenica mattina i ragazzi del Centro servizi per l’autismo, guidati dai loro educatori e con il supporto degli chef, si sono prodigati nella preparazione di alcune pietanze. In serata, invece, lo spazio è stato riservato all’esposizione di prodotti tipici locali a cura di alcune aziende del territorio e alla dimostrazione di cucina mediterranea a cura dello chef matinese Donato Marsano. Subito dopo è seguito l’intaglio vegetale “tecnica thai” con gli altri due grandi maestri Donato Micaletto e Giancarlo Mele di Casarano, entrambi insigniti della medaglia d’oro al Campionato mondiale artistico 2018 in Lussemburgo.

Il terzo e ultimo incontro si è svolto invece lunedì 14, con il Trofeo “Barocco Cuochi”. Per l’occasione, la giuria era composta dal presidente regionale Michele D’Agostino e dagli chef Donato Micaletto, Raffaele De Giuseppe, Donato Marsano, Giancarlo Mele e dal casaranese Pasquale Bono. Al vincitore, nonché titolare di una struttura alberghiera del luogo, è andata pure la targhetta di “miglior ristorante” mentre il secondo posto a Giuseppe Strambace di Morciano di Leuca.

Una targa del tutto speciale “Per gli amici di Nico a Marco” è stata consegnata con la presenza del sindaco della città, Giorgio Salvatore Toma ad un ragazzo della struttura che ha preso parte alla gara con l’aiuto di un tutor e un esperto, imbattendosi nella preparazione di “un’orata ai colori dei girasoli”. A ricevere la medaglia di bronzo Marco Longo, Grazia Nicoletti, Antonio Russo e Gabriele Carignani. A tutti i partecipanti è stato per altro consegnato un attestato di partecipazione. «La collaborazione con “Amici di Nico” è stata particolare ed emozionante. Siamo contenti di essere riusciti a coinvolgere ai fornelli anche questi ragazzi» afferma il presidente dell’associazione provinciale “Cuochi Lecce”, Donato Micaletto.