“Cu Tenda”: in mostra a Tricase le peregrinazioni degli Arumeni, i nomadi dei Balcani

Verrà proiettato il  film documentario di etnografia “A via du Mitu” a cura dalla sociologa Ornella Ricchiuto

932

Tricase –  Un viaggio culturale e  simbolico attraverso oggetti, immagini, testi e testimonianze appartenenti al patrimonio delle popolazioni nomadi dei Balcani. È quanto propone la mostra dal titolo “Cu Tenda exhibition – Stories with Aromanians” che verrà inaugurata a Tricase domenica 2 dicembre presso i locali dell’associazione Liquilab (ex Convento dei Domenicani). Si tratta di un progetto curato dal Museo nazionale del Contadino di Bucarest presentato nei giorni scorsi presso il Rettorato dell’Università del Salento.

La mostra, aperta al pubblico sino al 31 gennaio prossimo dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 20, rientra nel più ampio progetto “Cu Tenda” che riguarda le popolazioni nomadi degli Arumeni: centralissimi sono i temi del legame con la natura e gli animali, dell’artigianato come attività lavorativa principale, della famiglia e della costante ricerca di una patria accogliente. Il programma del 2 dicembre prevede due momenti: il primo a partire dalle ore 17.30, nella Sala del Trono di Palazzo dei Principi Gallone e il secondo a partire dalle ore 20 presso i locali di Liquilab. Ai saluti istituzionali del sindaco Carlo Chiuri e dell’assessore alla Cultura Nicola Peluso al team della Romania presente seguirà la presentazione del progetto “Cu tenda” e della mostra. Sono previsti gli interventi della direttrice del Museo Lila Passima, dei docenti dell’Università del Salento Eugenio Imbriani e Monica Genesin, e di quanti hanno curato il progetto.

Il programma Nel corso dell’evento verrà proiettato il  film documentario di etnografia “A via du Mitu” a cura dalla sociologa Ornella Ricchiuto che ha condotto le ricerche legate alle forme di migrazione che dai paesi d’oltre Adriatico hanno raggiunto le coste del Salento meridionale a del Mito insieme al gruppo di Liquilab di cui è presidente. Si svolgerà uno spettacolo a cura di Anna Cinzia Villani, cantante e ricercatrice della tradizione orale e, successivamente, il gruppo rumeno Multumult, con la partecipazione di Biagio De Francesco e della stessa Villani, percorrerà un itinerario musicale attraversando Tricase (da Palazzo Gallone, passando per piazza Pisanelli, via Principe Gallone, largo Sant’Angelo, via Aymone, piazzetta Dell’Abate e via Santo Spirito fino a Liquilab).

Alle ore 20 presso Liquilab verrà inaugurata ufficialmente la mostra. Seguiranno un “ristoro” a cura delle artigiane gelataie G&ko e un concerto di musica di improvvisazione balcanica del gruppo sperimentale rumeno Multumult: Călin Torsan (strumenti a fiato), Vasile Gherghel (suoni digitali), Marius Achim (percussioni).