Covid, record di contagi (65) quasi tutti a Bari: la metà da un pullman di ritorno dalla Calabria. Aqp offre acqua alle code in attesa del test

1669

Gallipoli – Nuovo e poco invidiabile record di nuovi contagiati: 65 da 2.753 test. Di questi, ben 56 interessano la provincia di Bari. Ancora: su 56 casi del Barese, 29 riguardano i partecipanti di un viaggio in pullman di ritorno dalla Calabria. Altri otto discendono da casi già individuati ed in cui probabilmente non sono valse le indicazioni di isolamento. Su tutti gli altri sono in corso approfondimenti.

“E’ necessario – insiste il direttore generale di Asl Bari, Antonio Sanguedolce – che i cittadini si attengano rigorosamente alle regole note per prevenire il diffondersi del contagio: mantenere le distanze interpersonali; usare la mascherina; igienizzare frequentemente le mani con soluzioni idroalcoliche”.

Nove casi tra Foggia, Bat e Lecce

Seguono nel report quotidiano Foggia con cinque positivi, la Bat con tre e Lecce con uno. Nel Foggiano si tratta di due persone rientrate da Sardegna e Campania, altre due da contatti diretti ed una sintomatica segnalata dal medico curante. L’unico contagiato leccese, (un paese della provincia) viene fatto risalire ad un contatto con un positivo di altra regione.

Aumentano ancora i ricoveri ospedalieri: con gli ultimi otto diventano 112. Fanno un balzo i positivi isolati in casa: + 56 (631 il totale), ed i positivi attivi con altri 64 casi. Proseguono intanto le attività per cercare di individuare contagi nuovi e bloccare sul nascere focolai d’infezione. La Regione puglia ha stabilito il tampone obbligatorio per quanti rientrano dalla Sardegna.

Aumentano ancora i ricoveri

A proposito di tamponi obbligatori e di centri e laboratori pubblici (Lecce e Tricase) e privati presso cui sottoporsi al test sul coronavirus, interviene l’Acquedotto pugliese. “Aqp, in piena sinergia con le decisioni e i progetti intrapresi dalla Regione Puglia con le Asl territoriali, è pronta, sin da subito, a garantire la distribuzione della sua acqua di qualità, buona e sicura, in tutti i siti che ospiteranno postazioni drive-through per il tampone naso faringeo per il Covid-19. Saranno assicurati gli impianti per l’erogazione dell’acqua a totale carico di Acquedotto pugliese”.