Covid, il Barese tiene ancora banco: 41 su 69 casi accertati. “Piccolo focolaio” sul litorale tarantino

662

Gallipoli – Anche oggi tiene banco Bari e la sua provincia nel conteggio dei casi positivi al Covid 19: su 2.708 test effettuati sono risultati positivi in 69; di questi 41 si trovano nel Barese. L’Asl di Bari ha subito chiarito che 17 sono persone con sintomi indirizzate verso i Pronto soccorso degli ospedali baresi; 16 da attività di prevenzione; sei da rientri da Sardegna (4), Sicilia e Grecia. Due casi infine scoperti prima di effettuare interventi sanitari.

Seguono i 14 casi di Foggia (sei da rientri dalla Campania, quattro stranieri presenti in provincia e due sintomatici); gli otto della Bat (rientri da Bulgaria e Sardegna, un militare e uno da contatti). Un “piccolo focolaio” si rileva nell’ambito dell’Asl Taranto, registrato in una località balneare tarantina. Un caso ciascuno infine a Brindisi (isolamento fiduciario) e Lecce (da Malta).

A caccia delle catene di contagi

Tutte le Asl della Regione sono impegnate nella ricostruzione della catena dei contagi finalizzata, va ricordato, per impedire che da singoli casi si accendano pericolosi focolai, consiedarata l’alta capacità di contagio del coronavirus Covid 19.

Le attività di prevenzione messe in piedi per coloro che rientrano dalla Sardegna, si sottolinea nel report quotidiano della Regione, Dipartimento Salute, hanno fatto individuare otto casi di positività tra i rientrati in Puglia.

Il pullman con 29 positivi: un ricovero

Ha destato infine molto clamore per il valore esemplare che ha assunto, il caso dei partecipanti ad una gita tra le isole della Sicilia e la Calabria, effettuata con un pullman. Dei 29 casi accertati, uno ha avuto bisogno del ricovero, mentre gli altri partecipanti hanno pochi sintomi e sono in isolamento domiciliare.

Ricostruendo la catena dell’infezione, sono state collocate in quarantena circa cento persone fra familiari e amici stretti dei gitanti, partiti da Bari il 14 agosto. Non sembra che la precauzione della mascherina sia stata tra quelle maggiormente osservate durante il viaggio.