Corsa campestre: le finali provinciali nel parco di Portoselvaggio. In arrivo laboratorio sui “buoni turismi”

420

 

Portoselvaggio (Nardò) – Dopo i due eventi di punta del 2019, che hanno richiamato a Portoselvaggio atleti da ogni parte d’Italia, il parco naturale neretino si conferma teatro deale per le attività sportive. Archiviate le gare “Natural Race” (podismo) e “XC Wild Race (mountain bike), tocca ora alla corsa campestre: martedì 18 e mercoledì 19 febbraio le finali provinciali dei campionati studenteschi, organizzati dall’Ufficio scolastico regionale per la Puglia, sono di scena a Nardò.

Alle ore 9,30 odierne erano più di ottocento i ragazzi di una ottantina di istituti di istruzione secondaria, alla prova con il circuito intorno a Masseria Torre Nova con percorsi che vanno dai 1.000 ai 4.000 metri.

L’idea di far disputare le gare a Portoselvaggio è del docente neretino di Scienze Motorie dell’Istituto superiore “N. Moccia” Antonio Orlando, da sempre appassionato di sport. “Ed è grazie a lui – afferma il consigliere delegato allo Sport, Antonio Tondo – se il nostro parco sarà ancora una volta l’incantevole scenario di un mix di sport e giovani”.

Sensibilizzazione ambientale Intanto, Bianco Igiene Ambientale, società neretina, sta supportando la manifestazione con uno stand per sensibilizzare i presenti circa le corrette pratiche ambientali. Proprio a Masseria Torre Nova, e nel Museo della Preistoria, si terrà “Buoni turismi per una buona crescita”, un laboratorio intensivo di progettazione territoriale, costruzione del prodotto e definizione di un’offerta turistica ambientale.

Giovedì 27 febbraio in mattinata si parlerà degli scenari di cambiamento nel settore turistico con Sebastiano Venneri (presidente di Vivilitalia), mentre nel pomeriggio si definirà il patto formativo e lo studio dei nuovi prodotti turistici alla presenza di Roberto Mazzà, tutor del corso. Il giorno successivo prima parte con Gianfranco Ciola, direttore del Gal Alto Salento 2020, per approfondire le buone esperienze di turismo in un parco.

A seguire il presidente di Bikesquare, Massimo Infunti, apporterà il suo contributo in tema di cicloturismo e-bike. Chiusura sabato 29 febbraio con Filomena Ranaldo, direttrice del Museo della Preistoria neretino, con una parte teorica dal titolo “Il distretto della Preistoria di Nardò: un progetto di fruizione del Parco regionale di Portoselvaggio”, quindi l’escursione guidata alla Grotta del Cavallo.