Coronavirus, sette positivi (due nel Leccese), tutte persone provenienti dall’Estero. L’appello ad autosegnalarsi appena giunti in Puglia

1358
Pierluigi Lopalco

Gallipoli – Sette positivi al Coronavirus sono incappati nelle maglie dei controlli mediante tamponi, effettuati con 1.776 test nelle ultime 24 ore. Dei sette quattro si sono evidenziati nel Brindisino, due nel Leccese e uno in provincia di Bari.

Tutti e sette riguardano persone provenienti dall’Estero. Si replica così quanto accaduto, sia pure sempre per piccoli numeri, nei giorni scorsi, con casi di contagiati provenienti dal Brasile come dai vicini Paesi balcanici.

Il ripetersi di queste dinamiche epidemiologiche fa sì che in alcuni Paesi europei si stiano valutando ipotesi di chiusura delle frontiere, decisione già presa per 13 Stati stranieri dal Governo italiano.

“I casi registrati nelle ultime 24 ore – sottolinea il prof. Pier Luigi Lopalco, coordinatore delle emergenze epidemiologiche della Regione Puglia – riguardano cittadini stranieri in arrivo in Puglia, sottoposti a screening sia per la provenienza che per i contatti stretti con altri casi”.

In ogni modo i Dipartimenti di prevenzione delle Asl – prosegue il professore Lopalco – sono al lavoro per stabilire le catene di contagio e per evitare il propagarsi dell’infezione. Ancora una volta va rivolto un appello a tutti i cittadini perché prendano le precauzioni come l’uso delle mascherine, il lavaggio delle mani e il distanziamento sociale perché il virus, seppure in maniera minore, continua a circolare”.

L’appello ad autosegnalarsi al momento dell’ingresso in Puglia è particolarmente importante mentre si è alla vigilia delle ondate di arrivi previste per l’ultima settimana di luglio e la prima di agosto. Intervenire subito su possibili focolai si è dimostrata finora la tattica più efficace. Il virus è ancora in circolazione.