Coronavirus, cronache da Maglie: piazza Moro deserta, appelli per mascherine e riapertura dell’ospedale

1723
Ore 10, piazza Moro deserta

Maglie – Anche gli irriducibili frequentatori della piazza hanno abbandonato il campo e Francesca Capece, dalla sua marmorea postazione, continua in solitudine a mandare il proprio messaggio ai giovani. Tutti a casa: alcuni negozi avevano già abbassato le serrande prima dell’ultimo decreto del presidente del Consiglio, le strade sono deserte, la presenza di qualche “indisciplinato” viene segnalata sui social dove la vita continua.  

Il Sindaco Ernesto Toma ha ringraziato i cittadini che stanno dimostrando “senso civico”, gli esercenti, gli artigiani, i docenti, gli studenti, gli operatori delle forze dell’ordine e i volontari della Protezione civile, i dipendenti comunali”. 

Mercato sospeso, annullata la fiera dei campanelli

Ernesto Toma

A tutti i cittadini giunga un forte abbraccio e un’esortazione: rimaniamo uniti e collaboriamo, insieme ce la faremo!!!”: questo il messaggio del Sindaco. Attraverso Maglieinforma, il servizio di informazione offerto dal Comune su WhatsApp (al numero 335.7628803), giungono ai cittadini gli ultimi aggiornamenti: sospeso il mercato del sabato (che già nelle ultime settimane aveva registrato numerose assenze); annullata la tradizionale fiera della Madonna Addolorata o “dei campanelli”, che si tiene il venerdì precedente quello della Settimana santa. 

L’associazione Festa di San Nicola, formata da giovani e molto attiva da qualche anno nell’organizzazione della festa patronale del 9 maggio, seguendo le indicazioni della Cei, del Consiglio episcopale e regionale e del Decreto sicurezza, ha sospeso tutte le attività inerenti l’organizzazione e la raccolta fondi per la festa del Santo Patrono.

Attendiamo che questo difficile periodo passi presto e torneremo, con la forza di volontà che da anni ci contraddistingue, a organizzare e dare alla città la festa che merita”, fanno sapere dall’associazione. Nell’attesa sulla loro pagina Facebook pubblicano una foto del Santo Patrono e una preghiera. 

Appelli per le mascherine e la riapertura dell’ex ospedale

Franca Giannotti

La Protezione civile continua sui media a dichiarare la sua disponibilità ad aiutare le persone sole che hanno bisogno di farmaci. E la vicesindaco Franca Giannotti chiede “a tutte/i coloro che hanno la possibilità di cucire mascherine in stoffa, di offrire in gratuità il loro operato a tutte quelle persone che in questo momento necessitano di una ulteriore protezione”. 

La preoccupazione corre sui social e c’è chi ha rivolto una petizione al presidente della Regione Michele Emiliano per la riapertura dell’ospedale di Maglie: “L’emergenza coronavirus non può trovarci impreparati! Il contagio corre veloce e dobbiamo organizzarci immediatamente per riuscire a vincere questa battaglia. Chiediamo l’apertura presso l’ex ospedale di Maglie di un reparto per la degenza dei pazienti con sintomi lievi o in via di guarigione, e di un reparto con postazioni di terapia intensiva”, scrive Dario Grassi promotore della petizione. 

Intanto una notizia positiva: le centraline che misurano la qualità dell’aria danno risultati buoni.