Cooperativa di comunità per Presicce-Acquarica: se ne parla in un incontro online

1060
Alberto Cazzato

Presicce-Acquarica – Avviare il percorso verso la costituzione della cooperativa di comunità di Presicce-Acquarica è l’obiettivo dell’incontro “virtuale” che si terrà venerdì 11 dicembre alle ore 18,30, con diretta Facebook dalla pagina del Comune.

Si tratta del primo appuntamento organizzato dall’Amministrazione comunale con l’obiettivo di illustrare e introdurre le opportunità concrete di questo modello di innovazione sociale, importante in un periodo di crisi come quello attuale. Lo dimostra l’esperienza di altri territori, dove la cooperativa di comunità si è rivelata utile nell’offrire risposte ai bisogni quotidiani dei cittadini, attraverso il meccanismo della cooperazione.

Un modello di innovazione sociale già sperimentato con successo

All’incontro interverranno: Alberto Cazzato, consigliere delegato alla crescita e allo sviluppo del territorio, con particolare riferimento alla startup della cooperativa di comunità e al bando comunale per l’insediamento di nuove imprese; Paolo Rizzo, Sindaco di Presicce-Acquarica; Giancarlo Tuma, presidente di Elabora, cooperativa di comunità di Galatone; Carmelo Rollo, presidente Legacoop Puglia e vice presidente Legacoop nazionale.

La nuova configurazione del nostro Comune si presta bene alla sperimentazione di un modello di innovazione sociale che in altre realtà d’Italia sta offrendo esperienze di grande successo – spiega Cazzato. – I cittadini potranno mettersi insieme, individuando i bisogni della comunità, organizzando le competenze e sviluppando strumenti e servizi per rispondere alle esigenze attraverso la logica cooperativa, che può rappresentare un’arma potente per uscire più agevolmente dalle fragilità”.

Nuove occasioni di crescita e occupazione

“La parola chiave è ‘partecipazione’ – prosegue il consigliere – e ne abbiamo un forte bisogno, anche per cementare maggiormente le relazioni e creare occasioni di integrazione: ecco perché, nonostante le restrizioni, abbiamo scelto di partire. In attesa di poterci incontrare presto nei luoghi fisici del confronto, scegliamo di dare comunque avvio al percorso, sfruttando le potenzialità che offre la rete, per creare momenti di informazione, condivisione, ascolto e diffusione di una cultura della cooperazione”.

L’Amministrazione intende mettere a disposizione tutti gli strumenti necessari per agevolare il processo di istituzione della cooperativa. Ci attende un percorso lungo e non scontato che, se affrontato insieme, può regalare a questa nuova comunità occasioni di crescita e, di conseguenza, anche di occupazione”.