Controlli sul suolo pubblico autorizzato e occupato: un bancone frigo sulle Mura sequestrato a Gallipoli

1211

Gallipoli – Sigilli ad un banco frigorifero posizionato in area priva di autorizzazione e denuncia del  titolare di un bar-pizzeria che aveva ampliato la zona autorizzata ben oltre il consentito. Queste le conclusioni  di una nuova operazione di verifiche e controlli in atto da qualche tempo da parte della Polizia municipale sulla occupazione di suoli pubblici dati in concessione a privati.

Con una nota della Polizia municipale è stato precisato che l’esercizio pubblico in questione, prospiciente le mura urbiche, era stato autorizzato dal Comune per un’area di 100 metri quadri,  successivamente ampliata di altri 33 mq in seguito alle norme post Coronavirus; “Le cose sequestrate occupavano un’area ulteriore rispetto a quella autorizzata e già ampliata con successivo provvedimento”.

Anche due telecamere non segnalate

Una ulteriore grana per il titolate dell’esercizio pubblico sanzionato deriva dal fatto che erano state posizionate due telecamere in direzione della sede stradale e del marciapiede circostante, senza che fossero segnalate. Il legale rappresentante dell’attività dovrà rispondere quindi davanti all’Autorità giudiziaria di violazione della legge 679 del 2016, articolo 6.

Questo è il terzo controllo conclusosi con il sequestro di attrezzature varie da parte dei vigili urbani guidati dal comandante Antonio Morelli. Nei precedenti casi sono risultati irregolari – sempre rispetto all’occupazione di suolo pubblico – altri due ristoranti sulle mura del centro storico gallipolino.

L’estate scorsa in due mesi 70 verbali

In soli due mesi della scorsa stagione estiva i verbali per irregolarità di questo tipo sono stati oltre 70. Per ciascuno di questi era comminata una sanzione amministrativa che, se pagata nei cinque giorni successivi, ammontava a poco meno di 250 euro. Nella maggior parte dei casi però non vi erano risvolti penali come invece in questi ultimi sequestri, naturalmente da verificare.