Controlli dei carabinieri e “strage” di patenti: incidente di un neopatentato e tre evasi dai “domiciliari”

4161

Castro – Strage di patenti nel corso del servizio di controllo del territorio operato la scorsa notte dai carabinieri della Compagnia di Tricase: dodici sono stati i titolo di guida ritirati, 55 gli automezzi controllati, 87 le persone identificate, undici le denunce e 22 le contravvenzioni, delle quali undici per guida in stato di ebbrezza alcolica.

Con cinque automezzi e dieci militari, i carabinieri hanno controllato le principali strade di Castro, tra le quali la strada provinciale 84 e via Sant’Antonio. In particolare, un neopatentato di Gagliano del Capo (classe 2001) subito dopo essere uscito da un locale notturno ha perso il controllo dell’auto che conduceva andando dapprima a sbattere contro il guardarail ed una cabina Enel per poi terminare in un canale sul lato opposto della carreggiata. L’incidente è avvenuto sulla strada provinciale 84 nel territorio di Ortelle. Al giovane, sottoposto ad accertamento con etilometro, è stato riscontrato un tasso alcolemico pari a 0,64 grammi per litro e per questo gli è stata ritirata la patente che da poco aveva conseguito.

Considerato che la soglia massima di tolleranza all’alcol è pari a 0,5 grammi/litro, il deferimento per guida in stato di ebbrezza alcolica è scattato per un 24enne di Santa Cesarea Terme ( tasso pari a 1,03) con ritiro della patente, per un 42enne di Corsano (2,43), un 55enne di Andrano (2,2), un 36enne di Tricase (1,7), un 21enne di Taurisano (0,98), un 40enne di Maglie (0,96). Ritiro della patente e violazione amministrativa anche per un 28enne di Cutrofiano, un 21enne romano, un 63enne di Catania, un 49enne ed un 54enne leccesi.

Pubblicità

I controlli hanno permesso, inoltre, di scovare fuori dalle proprie abitazioni, malgrado fossero sottoposti agli arresti domiciliari, l’80enne O.M. di Corsano, il 47enne S.S.D. di Salve ed il 62enne di Presicce.  Il 29enne P.N. di Morciano di Leuca, infine, è stato fermato dai carabinieri presso uno stabilimento balneare di Salve e trovato in possesso, all’interno della propria auto, di un coltello illegale tipo pugnale con lama lunga 20 centimetri.

  1.  
Pubblicità