Contro il Coronavirus, quarantena “creativa”: un concorso di scrittura basato su un libro di Cino Tortorella

709
Cino Tortorella

Lecce – Tutti a casa, bambini e adulti, a condividere lo spazio, gli interessi, ma anche l’ansia e le inevitabili tensioni. Una situazione non sempre facile neppure per gli adulti, soprattutto quando l’orizzonte a colori è solo nei disegni dei bambini.

Eppure sono proprio i grandi che devono “alleggerire” l’atmosfera mettendosi in gioco e sforzandosi di ritornare bambini. 

Sfida di scrittura partendo dal libro di Cino Tortorella

Da più parti giungono i consigli: insegnare ai figli piccole attività manuali e privilegiare l’attività creativa attraverso la lettura e la scrittura. A questo proposito c’è da segnalare l’iniziativa di Medinforma (sedi a Bologna e Lecce), da anni impegnata nella promozione di “Salute e Turismo nel Salento” con l’obiettivo di valorizzare la Puglia e le sue ricchezze naturali e artistiche: in collaborazione con Bhea Edizioni e la rivista Puglia tutto l’anno, ecco la proposta rivolta alle famiglie italiane #IoRestoACasaMaLeggoCreoEScrivo, invito alla lettura e alla scrittura creativa.

La copertina del libro di Tortorella

Si tratta di  un concorso legato alla lettura del libro “Pietro Paolo da Pioppi sul Po – L’inventore della P”, scritto da Cino Tortorella, il Mago Zurlì, scomparso il 23 marzo di tre anni fa. L’invito è rivolto ai bambini e agli adulti.

Il punto di partenza è la lettura del  romanzo di Tortorella. Successivamente genitori e figli si metteranno alla prova nell’ideazione e scrittura di un racconto che deve avere questa particolarità: la maggior parte delle parole deve iniziare con la P. Il più lungo e il più bello vinceranno una vacanza per tutta la famiglia, naturalmente in una regione che inizia con la P, naturalmente la Puglia, che Tortorella amava e frequentava assiduamente. 

Come partecipare

Non sfugge il valore educativo della proposta perché lettura e scrittura vedono accanto adulti e bambini in una competizione creativa e linguistica che, chissà, potrebbe far vincere una bella vacanza, ancora più godibile dopo il lungo periodo di isolamento.

I racconti devono pervenire entro il 31 maggio all’indirizzo invitoletturascrittura@medinforma.eu. L’elaborato va inviato in allegato alla mail dove dev’essere indicato il nome e il cognome dell’autore, un contatto telefonico di un referente per le eventuali comunicazioni e il nominativo di chi ha comprato il libro.

L’acquisto del libro in versione digitale dà il diritto di partecipare al concorso con un solo elaborato. Il contributo per l’acquisto del libro è di 5 euro, pagabili con PayPal (l’aggiunta di un altro euro sarà il contributo per la ricerca sulla cura delle malattie infettive) all’indirizzo qui.